Conte dopo Cagliari-Inter: "Vittoria importante ma strada è lunga. Se resta Icardi..."

Serie A

Le parole dell'allenatore nerazzurro al termine del match della Sardegna Arena: "La mentalità vincente arriva iniziando a vincere. Sensi? E' un giocatore che vede il calcio: basta spiegargli le cose una volta sola". Poi il commento su Icardi: "Se resta, succede quel che è successo finora"

CAGLIARI-INTER 1-2: GOL E HIGHLIGHTS - ICARDI: LE ULTIME NEWS DI MERCATO

VIDEO. LA VERONICA DI SENSI IN CAGLIARI-INTER

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

LE NEWS DI SKY SPORT ANCHE SU WHATSAPP

Dalla goleada contro il Lecce all'1-2 di sofferenza, questa sera a Cagliari: le prime due giornate di Serie A dicono che la nuova Inter sa adattarsi alle circostanze. "Chiunque verrà a giocare su questo campo troverà delle difficoltà", dichiara Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport al termine dell'incontro. "Queste sono partite che è importante vincere perché fanno morale, però allo stesso dobbiamo imparare a controllare meglio certe situazioni. Dobbiamo migliorare su questo". Dopo un buon primo tempo, l'Inter ha subito l'aggressività dei rossoblù nella ripresa. Ma per l'allenatore nerazzurro, con la sua squadra a punteggio pieno con Juventus e Torino, va bene così. "Voglio sottolineare che ho trovato un gruppo di ragazzi veramente bravi. Quando c’è questo tipo di disponibilità, da parte mia e dello staff c’è ancora più voglia di attecchire velocemente. Non dimentichiamo che non ci sono tanti giocatori in rosa che hanno vinto qualcosa di importante nella loro carriera. La mentalità vincente arriva quando inizi a vincere: questo è il gap principale che dobbiamo colmare rispetto alle avversarie in campionato e ci stiamo lavorando. Vogliamo stupire".

"Vecino, Gagliardini, Barella: tanti assaltatori come me"

Conte si sofferma poi sull'impatto da campione di Stefano Sensi: dopo il gol alla prima giornata, stasera una giocata decisiva che ha portato al rigore poi trasformato da Lukaku. "Stiamo parlando di un giocatore che vede il calcio", il commento dell'allenatore. "Basta che dirgli una cosa e la fa subito, non c’è bisogno di spiegargliela più di una volta. Oggi nel primo tempo è stato un po’ sottotono, poi è salito in cattedra e ha fatto una ripresa straordinaria". Ma l'ex centrocampista del Sassuolo non è l'unico su cui si ripongono le aspettative di Conte: "In rosa abbiamo tanti giocatori con le caratteristiche che avevo io in campo, siamo degli assaltatori: Vecino, Gagliardini, Barella. Mi aspetto molto da loro". Sulla posizione del centrocampista arrivato in estate dal Cagliari: "Rispetto a Sensi, Barella ha bisogno di più tempo per assimilare certi meccanismi. Dove giocherà? Da interno, sia a destra che a sinistra. Ma non davanti alla difesa".

Icardi e il calciomercato

Inevitabili, infine, alcune battute sull'ultimo giorno di trattative. "Sinceramente lo vivrò in modo molto sereno, sapendo che il nostro mercato in entrata e in uscita è stato già fatto. A meno che non succeda qualcosa di sorprendente, spero in positivo. Sono contento dei giocatori ho, perché so che attraverso il lavoro tutti i ragazzi in rosa possono essere importanti. Cosa succede se resta Icardi? Quel che è successo fino a oggi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche