Inter-Udinese, tutto quello che c'è da sapere

Serie A

Il sabato sera di Serie A è a San Siro: Antonio Conte e Igor Tudor si affrontano in una sfida tra ex compagni di squadra. A Milano 25 vittorie dell'Inter contro 10 successi dell'Udinese. Fischio d'inizio alle 20.45

INTER-UDINESE LIVE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Quando e a che ora si gioca Inter-Udinese?

La sfida tra Inter e Udinese si giocherà sabato 14 settembre alle 20,45 e sarà la terza partita in ordine cronologico della terza giornata di Serie A.

Quanti sono i precedenti tra le due squadre?

Nella loro storia, Inter e Udinese si sono affrontate complessivamente 92 volte in Serie A. Il bilancio è di 45 vittorie nerazzurre, 26 pareggi e 21 vittorie dell'Udinese. 148 sono le reti dell'Inter a fronte delle 94 segnate dall'Udinese, che in trasferta è andata però a segno 51 volte (82 i centri nerazzurri in casa). Numeri che diventano ancor più favorevoli all'Inter se si prendono in esame solo le partite giocate a Milano: 25 successi dei padroni di casa, 11 pareggi e 10 affermazioni degli ospiti. Particolarmente positivi gli ultimi quattro incroci per l’Inter, che ha vinto tre delle ultime quattro partite casalinghe contro l’Udinese in Serie A (1P), ottenendo tanti successi quanti nelle precedenti nove sfide a San Siro. Nelle ultime tre partite di campionato, l'Udinese non è mai riuscita a far gol all'Inter. Se la situazione dovesse ripetersi sabato sera, i nerazzurri eguaglierebbero il record di quattro clean sheet di fila che dura dal 1962. Quella dell'Udinese non sarà una missione semplice: dall’inizio della stagione 2018/19 l’Inter ha subito solamente 10 gol in gare casalinghe in campionato, almeno sei meno di ogni altra squadra tra quelle presenti in A sia nella scorsa stagione che in questa.

Come arrivano alla partita Inter e Udinese?

Appena due turni di campionato difficilmente possono rappresentare un dato sufficiente per poter valutare la condizione psico-fisica di due squadre, ma i primi 180 minuti giocati nella Serie A 2019/2020 hanno comunque offerto degli spunti utili per Inter e Udinese. La squadra di Antonio Conte è a punteggio pieno in classifica grazie alle vittorie contro Lecce e Cagliari. Nella prima a San Siro contro i pugliesi di Liverani, era arrivato un agevole 4-0 con le firme di Brozovic, Sensi, Lukaku e Candreva. Più complessa la trasferta in Sardegna, decisa da un rigore di Lukaku dopo le reti di Lautaro Martinez e Joao Pedro per il temporaneo 1-1. L'Udinese ha invece giocato due partite di fila in casa, battendo il Milan all'esordio per 1-0 con rete di Becao e cedendo invece in rimonta al Parma nella seconda giornata di campionato, con il 3-1 della formazione di Roberto D'Aversa firmato da Gervinho, Gagliolo e Inglese dopo il provvisorio vantaggio bianconero con Lasagna. Quella di San Siro sarà la prima trasferta stagionale in campionato per De Paul e compagni, che hanno vinto le ultime due trasferte in Serie A e non ottengono tre successi di fila fuori casa da dicembre 2017, quando raggiunsero quota quattro – il terzo di questi fu proprio contro l’Inter. Una vittoria permetterebbe all’Inter di eguagliare un primato: nell’era dei tre punti a vittoria, i nerazzurri hanno ottenuto tre successi nelle prime tre partite di campionato solo nelle stagioni 1997/98, 2002/03, 2015/16 e 2017/18. Curiosità: Inter e Udinese sono due delle tre squadre che hanno subito meno tiri nello specchio in questo inizio di campionato. Quattro quelle nello specchio di Handanovic, tre verso la porta di Musso, tutte però utili per le reti del Parma.

Quali giocatori possono essere protagonisti?

L'ultimo precedente giocato a San Siro tra le due formazioni (15 dicembre 2018) è stato deciso da un calcio di rigore realizzato da Mauro Icardi. La certezza è che l'attaccante argentino, oggi al PSG, non potrà essere tra i marcatori della partita di sabato sera. In una serata che metterà di fronte due allenatori che sono stati compagni di squadra ai tempi della Juventus dal 1998 al 2004 come Antonio Conte e Igor Tudor, i fari sono puntati su un ex che potrebbe esordire con la sua nuova maglia: si tratta di Alexis Sanchez, che finora ha giocato in Serie A solo con la maglia dell’Udinese tra il 2008 e il 2011. Per lui 95 presenze e 20 reti, di cui solo una a San Siro, nel gennaio 2011 in un 4-4 contro il Milan. Al centro dell'attacco dell'Inter ci sarà Romelu Lukaku, fresco di gol nel poker del suo Belgio sul campo della Scozia nelle qualificazioni a Euro 2020. L'ex centravanti del Manchester United ha segnato nelle prime due presenze con l’Inter in Serie A e insegue uno storico tris: dal 1994/95 nessun nerazzurro è andato a segno in tutte le prime tre presenze nel massimo campionato. In casa Udinese, Tudor può confidare nella buona relazione che lega Kevin Lasagna e San Siro: la sua prima rete in Serie A è infatti arrivata proprio contro l'Inter nel gennaio 2016, quando vestiva la maglia del Carpi, e il suo primo gol con l’Udinese è maturato a San Siro, ma contro il Milan nel settembre 2017.

I più letti