Piatek, il dito dopo il gol in Verona-Milan rivela un certo nervosismo. VIDEO

Serie A

Il polacco ha deciso la trasferta di Verona portando 3 punti al Milan, ma probabilmente non ha digerito le polemiche che lo hanno colpito in questo avvio di stagione

VERONA-MILAN 0-1: HIGHLIGHTS

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Piatek è tornato al gol. Lo ha fatto su rigore, è vero. Ma per un attaccante, che vive per il gol, poco conta. Quello che ha colpito in tanti, però, è stato il suo modo di esultare dopo aver sbloccato il match del Bentegodi. Classica scivolata e pum-pum, ok. Ma poi? Abbiamo notato tutti quel dito sulla bocca, come a voler zittire chi parla troppo... Eh sì, probabilmente il polacco non ha digerito le polemiche che lo hanno visto protagonista in questo avvio di stagione in cui non è andato a segno con la regolarità a cui ci aveva abituati. Anzi, fino al rigore che ha spiazzato Silvestri non aveva proprio potuto esultare: nella sfida di San Siro contro il Brescia si era illuso per due volte, ma sul tabellino non ci era finito. In tanti per sdrammatizzare hanno fatto riferimento alla maledizione del numero 9... però, a giudicare dall'esultanza polemica, Piatek non l'ha presa sul ridere. Lui con la maglia numero 9 vuole segnare come ai tempi della 19, e quello al Verona vuole essere il primo di una lunga serie di reti. Intanto, però, a fine gara il polacco ha preferito non presentarsi ai microfoni per le interviste, tradendo uno stato d'animo non tranquillissimo. Ma Giampaolo assicura: "Piatek è uno che non dà problemi".

I più letti