Liverani dopo Torino-Lecce: "Var? Quello su Zaza generoso, era più rigore il 2°"

Serie A

Prima vittoria per il Lecce in questo campionato. A fine partita, l'allenatore del club pugliese ha parlato del finale thrilling. Sul suo asso Pippo Falco: "Deve essere il nostro leader tecnico in campo. La colpa che non sia arrivato prima in A è 50% sua e 50% di chi non ha creduto in lui fino in fondo"

TORINO-LECCE 1-2: GLI HIGHLIGHTS

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

CLICCA QUI E GUARDA IL CALCIO LIVE SU NOW TV

Vince la sua prima partita del campionato il Lecce di Liverani che espugna l'Olimpico di Torino. Una gara decisa dalla rete di Mancosu e nella quale il Var è stato più volte chiamato in causa. Liverani ha rivisto il Lecce dello scorso anno, dopo due partite non all'altezza: "Abbiamo fatto le prime due partite troppo a tratti. Con il Verona abbiamo pagato l'emozione della prima in casa. Quindici giorni ci sono serviti per poter essere più brillanti, poi abbiamo dei giocatori di qualità. Non abbiamo la capacità di difenderci, ma di difenderci attaccando. Bisogna abituarsi al Var. Il rigore poteva tagliarci le gambe. Farias, Babacar e Mancosu non hanno i 90 minuti, dobbiamo aspettarli" ha dettto l'allenatore del Lecce al termine della partita. 

"Il rigore di Zaza mi sembra generoso"

Ultimi minuti di partite vissuti in sospeso, in attesa della sentenza del Var: "Si vive con l'adrenalina della partita finita. Io dalla panchina non vedo. C'è stata un pizzico di furbizia dell'attaccante e mancanza di attenzione del difensore. Il Var lo accetterò sempre sia positivo che negativo. Il rigore di Zaza mi sembra generoso, era più rigore il secondo". Poi sui singoli: "In questo momento Shakhov ha più qualità nel palleggio e nell'ultimo passaggio, Mancosu invece ha più calcio e inserimento. Avevo bisogno di un giocatore che legasse insieme a Falco. Pretendo tanto da Falco, i giocatori di qualità devono prendersi le responsabilità. Oggi lo ha fatto, lo deve fare di più. Lui ha finito la scorsa stagione in crescendo. Deve essere il nostro leader tecnico in campo. La colpa che non sia arrivato in Serie A prima è 50% sua e 50% di chi non ha creduto in lui fino in fondo. Deve crederci perché appena stacca un minuto diventa un giocatore normale. Farias ha fatto il suo e ha fatto un gol importante. Vorrei vedere il Farias di Inter-Empoli" ha concluso Liverani.

I più letti