Atalanta-Fiorentina, Gasperini: "Dimenticare Zagabria. Non ci snaturiamo, Ilicic gioca"

Serie A

L'Atalanta si prepara ad affrontare la Fiorentina nel prossimo turno di campionato dopo la pesante sconfitta all’esordio in Champions League. Le parole dell’allenatore nerazzurro in conferenza stampa: "Abbiamo preso una scoppola, ma fa parte del passato. Non sarà una partita a far cambiare il nostro modo di giocare"

ATALANTA-FIORENTINA LIVE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Dimenticare immediatamente la pesantissima sconfitta arrivata all’esordio in Champions League e ripartire al più presto, già dalla prossima gara di campionato. Obiettivi chiarissimi per l'Atalanta, che dopo il 4-0 incassato dalla Dinamo Zagabria è chiamata a rialzare la testa contro la Fiorentina nella quarta giornata di Serie A. Lo sa bene Gian Piero Gasperini, che in conferenza stampa è tornato sulla debacle europea. Niente drammi per l’allenatore nerazzurro, che ha chiesto di voltare pagina: "Quando vinciamo cancelliamo le partite per pensare a quelle che vengono dopo – ha esordito Gasperini -, figuriamoci dopo una sconfitta. A Zagabria abbiamo preso una scoppola e siamo stati i primi a riconoscerlo, è stato un esordio in Champions terribile. Ma quello ormai è il passato, io devo fare sia l’allenatore che lo psicologo, dunque dobbiamo rimanere concentrati solo sulla prossima partita. Dopo la Fiorentina avremo la Roma nel turno infrasettimanale e il Sassuolo nella giornata successiva: il calendario è troppo fitto e non c’è tempo da perdere a leccarsi le ferite. Quando sarà il momento, penseremo nuovamente alla Champions".

La Fiorentina e le scelte di formazione: Ilicic c'è

Testa alla Fiorentina dunque, un avversario da non sottovalutare assolutamente: "Contro Juventus e Napoli hanno fatto ottime partite – ha proseguito Gasperini -, rispetto all'ultima stagione hanno cambiato tanto e hanno inserito giocatori importanti, Ribery su tutti. La Fiorentina è una squadra da prendere con le molle, il fatto che siano in fondo alla classifica non importa, dopo tre giornate non è un dato significativo. Se giocheranno Pasalic e Malinovskyi? Entrambi sono pronti e garantiscono alternative valide. Abbiamo tanti giocatori, Muriel lo vedo meno pronto quando entra, ma giocherà una di queste partite. Ci sono anche Arana e Kjaer, che però hanno bisogno di un inserimento graduale. Ma tutti inizieranno a ruotare e giocheranno. Sarà importante anche il recupero di Castagne, che rientra dopo 40 giorni. Ilicic? Ci sarà, ha bisogno di giocare e se sarà stanco uscirà".

Niente cambi tattici

In chiusura Gasp è tornato a parlare della sconfitta con la Dinamo Zagabria. L'allenatore dell'Atalanta ha comunque chiarito che non resteranno strascichi e che non ci sarà alcuna variazione tattica: "Il risultato ha detto che la loro maggiore preparazione ha influito, hanno avuto due marce in più. Abbiamo subìto per 90’ e anche se non è la prima volta che perdiamo, stavolta ha fatto più scalpore. Se ci saranno accorgimenti tattici? Non siamo arrivati in Champions per poi snaturare il nostro modo di giocare – ha concluso -, non è stata una questione di modulo. Magari tra una settimana o dieci giorni penseremo anche a questo, ma al momento non cambiamo nulla".

I più letti