Atalanta-Fiorentina, Gasperini: "Dimenticare Zagabria. Non ci snaturiamo, Ilicic gioca"

Serie A

L'Atalanta si prepara ad affrontare la Fiorentina nel prossimo turno di campionato dopo la pesante sconfitta all’esordio in Champions League. Le parole dell’allenatore nerazzurro in conferenza stampa: "Abbiamo preso una scoppola, ma fa parte del passato. Non sarà una partita a far cambiare il nostro modo di giocare"

ATALANTA-FIORENTINA LIVE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Dimenticare immediatamente la pesantissima sconfitta arrivata all’esordio in Champions League e ripartire al più presto, già dalla prossima gara di campionato. Obiettivi chiarissimi per l'Atalanta, che dopo il 4-0 incassato dalla Dinamo Zagabria è chiamata a rialzare la testa contro la Fiorentina nella quarta giornata di Serie A. Lo sa bene Gian Piero Gasperini, che in conferenza stampa è tornato sulla debacle europea. Niente drammi per l’allenatore nerazzurro, che ha chiesto di voltare pagina: "Quando vinciamo cancelliamo le partite per pensare a quelle che vengono dopo – ha esordito Gasperini -, figuriamoci dopo una sconfitta. A Zagabria abbiamo preso una scoppola e siamo stati i primi a riconoscerlo, è stato un esordio in Champions terribile. Ma quello ormai è il passato, io devo fare sia l’allenatore che lo psicologo, dunque dobbiamo rimanere concentrati solo sulla prossima partita. Dopo la Fiorentina avremo la Roma nel turno infrasettimanale e il Sassuolo nella giornata successiva: il calendario è troppo fitto e non c’è tempo da perdere a leccarsi le ferite. Quando sarà il momento, penseremo nuovamente alla Champions".

La Fiorentina e le scelte di formazione: Ilicic c'è

Testa alla Fiorentina dunque, un avversario da non sottovalutare assolutamente: "Contro Juventus e Napoli hanno fatto ottime partite – ha proseguito Gasperini -, rispetto all'ultima stagione hanno cambiato tanto e hanno inserito giocatori importanti, Ribery su tutti. La Fiorentina è una squadra da prendere con le molle, il fatto che siano in fondo alla classifica non importa, dopo tre giornate non è un dato significativo. Se giocheranno Pasalic e Malinovskyi? Entrambi sono pronti e garantiscono alternative valide. Abbiamo tanti giocatori, Muriel lo vedo meno pronto quando entra, ma giocherà una di queste partite. Ci sono anche Arana e Kjaer, che però hanno bisogno di un inserimento graduale. Ma tutti inizieranno a ruotare e giocheranno. Sarà importante anche il recupero di Castagne, che rientra dopo 40 giorni. Ilicic? Ci sarà, ha bisogno di giocare e se sarà stanco uscirà".

Niente cambi tattici

In chiusura Gasp è tornato a parlare della sconfitta con la Dinamo Zagabria. L'allenatore dell'Atalanta ha comunque chiarito che non resteranno strascichi e che non ci sarà alcuna variazione tattica: "Il risultato ha detto che la loro maggiore preparazione ha influito, hanno avuto due marce in più. Abbiamo subìto per 90’ e anche se non è la prima volta che perdiamo, stavolta ha fatto più scalpore. Se ci saranno accorgimenti tattici? Non siamo arrivati in Champions per poi snaturare il nostro modo di giocare – ha concluso -, non è stata una questione di modulo. Magari tra una settimana o dieci giorni penseremo anche a questo, ma al momento non cambiamo nulla".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche