Milan-Fiorentina: Ribery, gol e standing ovation a San Siro. VIDEO

Serie A

Il 36enne francese protagonista nella vittoria della Fiorentina in casa del Milan. Il pubblico rossonero gli ha reso omaggio con una doppia standing ovation: dopo la rete del 3-0 e al momento della sostituzione. L'ex Bayern orgoglioso per il tributo: "Bellissimo momento, giocare a San Siro è sempre speciale"

MILAN-FIORENTINA 1-3, GOL E HIGHLIGHTS

GIAMPAOLO: "VADO AVANTI CON LE MIE IDEE"

MONTELLA: "GRAN VITTORIA, RIBERY DECISIVO"

FISCHI AL MILAN, 4 KO NELLE PRIME 6 PARTITE

Standing ovation dei tifosi del Milan per Frank Ribery, che ha realizzato il gol del 3-0 della Fiorentina in casa del Milan al 78' del secondo tempo. Omaggio per il fuoriclasse francese anche al momento della sostituzione con Ghezzal a 1 minuto dal 90': il pubblico, al netto dei tanti che avevano già abbandonato San Siro, si alza nuovamente in piedi per il fuoriclasse francese ex Bayern Monaco.

"Sono vecchio, ma in campo mi sento giovane"

Terza volta in carriera a San Siro dopo le esperienze con la maglia della nazionale francese e il Bayern Monaco, prima standing ovation dello stadio milanese: Frank Ribery ha avviato l'azione che ha portato al rigore dello 0-1 e ha firmato lo 0-3, prima di lasciare il campo tra gli applausi nel finale. "Sono contento – ammette il numero 7 della Fiorentina ai microfoni di Sky Sport - la standing ovation è molto bella, quando giochi a San Siro è sempre speciale. Adesso è un momento complicato per il Milan, credo che noi abbiamo fatto una bella partita e questo per noi è importante". Dalla Juventus al Milan, Ribery ha giocato da titolare quattro partite consecutive da titolare: "Sì, sono vecchio ma in campo sono giovane. Sono contento, il calcio è la mia vita. So che quando sono arrivato si è detto che ero vecchio, ma ho sempre fame. Siamo una bella squadra, con tanti giovani, e sono contento di essere a Firenze. Ho firmato per due anni, voglio aiutare la Fiorentina a crescere. Dobbiamo lavorare tutti i giorni per giocare come oggi". In coppia con Chiesa: "Federico è un giocatore con la giusta mentalità, parliamo sempre e lui mi ascolta tanto. Per lui è importante giocare come ha fatto oggi".

I più letti