Probabili formazioni Serie A della 7^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Conte e Sarri non dovrebbero sorprendere: CR7 e Higuain contro Lautaro e Lukaku con quest'ultimo da confermare. Ancelotti prova il 4-3-3, rilancia Insigne ma ha i centrali contati. Roma con tanti infortuni e Florenzi ko causa febbre. Ecco quindi le ultime sulle probabili formazioni di questo settimo turno di campionato direttamente dagli inviati di Sky Sport

INTER-JUVE LIVE

Nel 1929 non esistevano gli anticipi di campionato e quindi la festa per i 90 della Serie A sarà domenica. Il 6 ottobre partì ufficialmente il girone unico. Nel 1929 non esisteva il fantacalcio, 90 anni dopo è il giochino che tutta Italia appassiona. Il sabato si cercano le ultime notizie, si deve decidere tra i vari ballottaggi e si spera nel'intuizione che ci porterà ad un ottimo risultato. Poi avremo tempo per studiare dato che la Serie A si fermerà per la sosta delle Nazionali. Il settimo turno però è molto interessante. Non c'è solo Inter-Juve ma molto altro, sia a livello di classifica 'vera' che a livello 'fanta'. Sapete tutto della vostra squadra e dei vostri giocatori?

Il modo migliore per essere sempre al passo con le notizie è seguire le indicazioni che arrivano dai vari campi d’allenamento. La squadra di Sky Sport è sempre al lavoro per garantire una copertura completa. I fantalleantori vogliono costanti aggiornamenti? La nostra squadra è qui anche per questo. Se volete tutte le informazioni utili sulle probabili formazioni questo è il posto giusto.

Ricordiamo che Brescia-Sassuolo è stata rinviata al 18/12

ATALANTA-LECCE, domenica ore 15

Atalanta, c’è il Lecce. E Muriel scalpita

Dopo la grande delusione in Champions, l’Atalanta torna di scena in campionato. Prima ‘vera’ partita casalinga per gli uomini di Gasperini che vogliono inaugurare al meglio il nuovo impianto. Una motivazione in più potrebbe averla Luis Muriel che si troverà ad affrontare la squadra che lo portò in Italia. Per il colombiano potrebbe essere pronta una maglia da titolare visto che Ilicic e Gomez vanno gestiti dopo lo sforzo contro lo Shaktar. In mediana dovrebbe ricomporsi la coppia De Roon-Freuler mentre in difesa è pronto Djimsiti.

Atalanta (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Palomino, Kjaer, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Castagne; Malinovskyi; Zapata, Muriel.

Lecce, scocca l’ora di Imbula?

Al momento il suo ‘tassametro’ dice: 45 minuti giocati entrando sempre dalla panchina. Imbula però potrebbe anche essere uno dei papabili per una maglia da titolare contro l’Atalanta. Difficilmente invece Liverani cambierà in attacco. Farias e Lapadula non sono ancora al meglio, Babacar ha accusato qualche problemino muscolare ma nulla che possa comprometterne la presenza domenica. In difesa Rispoli e Calderoni favoritissimi sulle corsie esterne.

Lecce (4-3-1-2) probabile formazione: Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Petriccione; Mancosu; Falco, Babacar.

BOLOGNA-LAZIO, domenica ore 15

Bologna, c’è da trovare il sostituto di Soriano

Ci sono un po’ di ballottaggi aperti in casa Bologna. Contro la Lazio mancherà infatti Soriano causa squalifica rimediata dopo il triplice fischio della sfida di settimana scorsa. Tre le soluzioni a disposizione di Mihajlovic: la prima è quella di piazzare in quel ruolo Dzemaili ma attenzione perché il tecnico potrebbe anche scegliere di arretrare Palacio sulla linea degli incursori. Meno probabile invece l’utilizzo di Skov Olsen. In attacco Santander sarebbe favorito con Palacio trequartista d’attacco, in caso contrario è ballottaggio tra i due. In difesa Krejci favorito su Mbaye mentre Danilo dovrebbe tornare nell’XI titolare.

Bologna (4-2-3-1) probabile formazione: Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Krejci; Poli, Medel; Orsolini, Dzemaili, Sansone; Palacio.

Lazio, il turnover si fa in coppa

Simone Inzaghi è stato di parola facendo riposare qualche titolare in Europa League. Ovviamente non è che il tecnico ruoterà 11 giocatori ma molti dei ballottaggi in vista del Bologna, come Lulic-Jony o l’eventuale utilizzo di Parolo, potranno non essere tali: Lulic infatti è favorito e Parolo dovrebbe partire dalla panchina. Diversa però la situazione di Correa. ‘El Tucu’ non sta benissimo e deve recuperare da un affaticamento muscolare. Nelle ultime ore c'è stato però un miglioramento delle sue condizioni e quindi Correa va verso la titolarità

Lazio (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

ROMA-CAGLIARI, domenica ore 15

Roma, rottura del crociato per Zappacosta

La settimana prima della sosta si è rivelata non certo portatrice di buone notizie. Fonseca ha perso in un colpo solo due titolari nello stesso reparto. Lorenzo Pellegrini è stato operato al piede e ne avrà per due mesi. Tre settimane di stop minimo invece per Mkhitaryan. Con due pedine indisponibili, si riduce il ventaglio delle scelte. Scontato l’impiego di Zaniolo e di Kluivert. Per il terzo posto, Fonseca ha detto che Pastore difficilmente regge due gare in tre giorni e che Cristante ha già svolto il ruolo di 10 ma c'è anche Veretout in quel ruolo. Le brutte notizie però non sono finite: la Roma ha confermato la rottura del legamento crociato subita da Davide Zappacosta. Dietro quindi ci sarà Spinazzola a destra e Kolarov a sinistra con quest’ultimo che, al pari di Dzeko, è stato risparmiato dall’impegno di Europa League.

Roma (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Diawara; Zaniolo, Veretout, Kluivert; Dzeko.

Cagliari, gli ex ci saranno

Quanta Roma in rossoblù! La sfida dell’Olimpico sarà sicuramente speciale per Olsen, Nainggolan e Luca Pellegrini. Per tutti e tre un recente passato in maglia giallorossa. Il più atteso è ovviamente Nainggolan che punta a una maglia da titolare sulla trequarti con Castro inizialmente in pachina e Cigarini in mediana. In difesa Klavan ha qualche problema, spazio quindi ancora al duo Ceppitelli-Pisacane. In attacco ancora loro due: Joao Pedro e Gio Simeone.

Cagliari (4-3-1-2) probabile formazione: Olsen; Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone.

TORINO-NAPOLI, domenica ore 18

Torino, out solo Bremer

Infermeria vuota in casa Toro dopo il recupero di Lukic, già in panchina contro il Parma, e quello di Parigini. Non sarà della sfida solo Bremer, espulso lunedì scorso. Al suo posto c’è la tripa opzione Lyanco-Bonifazi-Djidji con il terzo in leggero vantaggio. La coppia Verdi-Belotti può essere riproposta mente De Silvestri è pronto a riprendere posto sull’out di destra con Ansaldi che cambierebbe versante rispetto a quanto visto a Parma.

Torino (3-5-2) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Baselli, Rincon, Lukic, Ansaldi; Verdi, Belotti.

Napoli, prove (serie) di 4-3-3

Contro il Brescia era rimasto in panchina mentre in Belgio si è addirittura seduto in tribuna. La scelta (tecnica) di Ancelotti ha sorpreso non poco ma Lorenzo Insigne dovrebbe tornare titolare contro il Torino a meno di ulteriori sorprese. Il Milik visto in Champions non ha convinto, favorito quindi Llorente? Beh dipenderà dal sistema di gioco. Ancelotti ha provato il 4-3-3 con Callejon, Mertens e Insigne là davanti. Problemi in difesa per Ancelotti che ha solo due centrali di ruolo. Con Maksimovic ai box e Koulibaly squalificato restano solo Manolas e Luperto.

Napoli (4-4-2) probabile formazione: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Ghoulam; Fabian Ruiz, Allan, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne.

INTER-JUVENTUS, domenica ore 20:45

Inter, Lukaku in gruppo e... a parte

L’affaticamento al quadricipite accusato da Lukaku non ha consentito al belga di partire per la Spagna. L'attaccante ha svolto una prima parte d'allenamento con il resto del gruppo, salvo poi lavorare a parte. La sua non convocazione in coppa era a scopo precauzionale. Domenica sera l’ex United sarà regolarmente convocato anche se da qui al Derby d'Italia, Conte dovrà verificare il miglioramento delle condizioni fisiche del belga. Nell'ultimo allenamento tattico nessun problema per la punta che quasi sicuramente sarà titolare ma il nodo verrà sciolto solo all'ultimo. Chi mancherà di sicuro sarà Sanchez, fermato per un turno dal giudice sportivo. In rialzo le quotazioni di D’Ambrosio come esterno destro. In mezzo chiede spazio Vecino.

Inter (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; D'Ambrosio, Barella, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro, Lukaku.

Juventus, un solo dubbio per Sarri

Alex Sandro è tornato titolare in Coppa dopo essere rientrato dal viaggio in Brasile. Rispetto alla formazione vista martedì in Champions, Maurizio Sarri potrebbe variare solo un giocatore. Cuadrado sarà ancora sulla corsia destra. Khedira e Matuidi agiranno ai lati di Pjanic. In attacco difficile togliere questo Higuain, impensabile invece far saltare Inter-Juve a Cristiano Ronaldo. Restano quindi Dybala e Ramsey. Il secondo ha giocato pochi minuti in Champions e in caso di 4-3-1-2 è il candidato numero uno. Dybala, in formazione titolare è sempre stato utilizzato in alternativa a Gonzalo Higuain a parte contro il Brescia ma lì mancava CR7.

Juventus (4-3-1-2) probabile formazione: Szczseny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Higuain, Ronaldo.

I più letti