Brescia-Vojvodina nel caos: invasione dei tifosi serbi, amichevole sospesa. FOTO

Serie A

Una bandiera albanese esposta, un'invasione di campo, la sospensione definitiva al 7' della ripresa di quella che doveva essere solo un'amichevole. Ecco cosa è successo nel test a Orzinuovi

CAGLIARI-POGON, SCONTRI DOPO L'AMICHEVOLE. VIDEO

Due interruzioni, un'invasione di campo, poi la sospensione definitiva confermata dal Brescia con un breve comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale. Quella tra la squadra di Corini e il Vojvodina doveva essere un'amichevole, ma nei fatti non lo è stata. Anche se a Orzinuovi, era cominciato tutto nel migliore dei modi, con entrambe le squadre in campo vestite con maglie in onore di Sinisa Mihajlovic. La partita è stata cancellata al 7’ della ripresa perché, ricostruisce l’Ansa, i tifosi della squadra serba, una ventina, hanno effettuato un'invasione di campo, attraversandolo, per andare incontro a un gruppetto di poche persone che sventolava bandiere albanesi. Uno sventolio, evidentemente ritenuto dai serbi una provocazione. Le reti divisorie hanno evitato il peggio e al momento dell’intervento delle forze dell'ordine, carabinieri e digos, il gruppetto di provocatori si è dileguato.

Altra sospensione nel primo tempo

Già durante i primi 45 minuti la partita era stata sospesa per un quarto d'ora dopo l'espulsione del tecnico del Vojvodina Lalatovic che aveva portato i suoi giocatori negli spogliatoi, salvo poi rientrare in campo dopo l'intervento del presidente della squadra serba. Al momento della sospensione, la squadra di Corini era in vantaggio per 2-1 grazie ai gol di Donnarumma e Bisoli.
 

    

    

    

    

I più letti