Lokomotiv Mosca-Juventus, tutto quello che c'è da sapere sul match di Champions 2019

Serie A
©LaPresse

Dopo la vittoria per 2-1 allo Stadium, i bianconeri sono chiamati a non perdere terreno in Russia per avvicinare la qualificazione agli ottavi. La vittoria in trasferte europee manca da cinque partite: per Bonucci e compagni è la peggiore  striscia dopo quella tra aprile 2013 e ottobre 2014

LOKOMOTIV-JUVE LIVE

Quando e a che ora si gioca Lokomotiv Mosca-Juventus?

La partita tra Lokomotiv Mosca e Juventus, valida per la quarta giornata della fase a gironi della Champions League, si disputerà mercoledì 6 novembre al Central Stadium Lokomotiv di Mosca alle ore 18:55.

Dove è possibile guardare Lokomotiv Mosca-Juventus?

La sfida tra Lokomotiv Mosca e Juventus  sarà trasmessa in diretta esclusiva da Sky sui canali Sky Sport Uno sul 201 (382 o 112 del digitale terrestre) e Sky Sport 252. La telecronaca sarà di Riccardo Trevisani col commento tecnico di Daniele Adani. I collegamenti da bordocampo saranno curati da Giovanni Guardalà. Per Diretta Gol la telecronaca sarà di Andrea Marinozzi.

Quali sono i precedenti tra le due squadre?

In Champions League, Lokomotiv Mosca e Juventus si sono affrontate in tre occasioni. In tutti i casi è terminata con una vittoria bianconera. Prima della sfida giocata a Torino due settimane fa e vinta dalla Juve per 2-1 in rimonta grazie alla doppietta di Paulo Dybala dopo il vantaggio russo firmato da Miranchuk, le due squadre erano state avversarie in due occasioni nella Coppa Uefa 1993/1994: la doppia sfida era terminata 3-0 per la Juve a Torino, con doppietta di Roberto Baggio e rete di Ravanelli, e 1-0 per la formazione all'epoca allenata da Giovanni Trapattoni in Russia con gol decisivo di Marocchi. Curiosità: sulla panchina della Lokomotiv in quel doppio incrocio c'era Yuri Semin, ancora oggi alla guida della squadra moscovita. In Champions League la Juventus è la bestia nera della squadra russa: Lokomotiv Mosca ko in tre occasioni solo con i bianconeri e l’Atletico Madrid. 

Qual è lo stato di forma tra delle due squadre?

La Juventus arriva alla trasferta di Mosca da prima in classifica in Serie A grazie al derby vinto contro il Torino, che ha permesso alla squadra di Maurizio Sarri di tenere l'Inter a un punto di distanza: sono 29 dopo 11 turni di campionato, per effetto di nove vittorie e due pareggi. La Lokomotiv Mosca è reduce da un pareggio per 1-1 sul campo dell'Ufa nella quindicesima giornata della Prem'er-Liga russa, dove la formazione di Semin ora è seconda alla pari con il Rostov con 30 punti, a -3 dallo Zenit capolista. Partita dal peso specifico diverso per le due formazioni: una vittoria garantirebbe alla Juventus, oggi prima nel gruppo D a quota 7 punti alla pari con l'Atletico Madrid la qualificazione e la possibilità di giocarsi il primato nel girone nel prossimo turno contro i colchoneros allo Stadium, mentre i tre punti permetterebbero alla Lokomotiv di avvicinare i bianconeri e salire a quota 6 punti in classifica. La Juventus non ha vinto nessuna delle ultime quattro trasferte di Champions League (2N, 2P), la peggior striscia dopo quella tra aprile 2013 e ottobre 2014 (sei in quell’occasione le gare esterne senza successo). Partita importante anche per consolidare una statistica riguardante Maurizio Sarri: l'allenatore bianconero è imbattuto nelle ultime 19 gare tra Champions League ed Europa League (15V, 4N). L'ultima sconfitta in campo europeo risale al 15 febbraio 2018, Napoli-Lipsia 1-3.

Quali giocatori possono essere protagonisti?

La partita di andata, giocata lo scorso 22 ottobre a Torino, può dare indicazioni utili per decifrare i possibiili protagonisti. Su tutti, Paulo Dybala: il 26enne argentino, con la doppietta alla Lokomotiv, è arrivato a quota 13 reti in Champions con la maglia della Juventus superando Pavel Nedved (11). Ora  l’unico giocatore non italiano con più reti all’attivo nella competizione per il club bianconero è stato David Trezeguet (25). Occhi anche su Cristiano Ronaldo, a caccia dell'ennesimo traguardo: nella partita di Torino contro i russi CR7 ha effettuato otto tiri senza segnare. Se dovesse trovare il gol in questo confronto, batterebbe il record di avversarie contro cui è andato a segno nella competizione. Al momento sono 33, come per Raul e Lionel Messi. In casa Lokomotiv, Aleksey Miranchuk ha segnato una rete e procurato due assist nelle ultime cinque presenze in Champions League, ma ha perso tutte e tre le partite in cui ha partecipato attivamente ad un gol. Anche Eder vorrà sfatare un'antipatica tradizione: l'attaccante portoghese ha perso ognuna delle ultime nove gare di Champions League giocate da titolare. L'ultimo giocatore che ha perso 10 gare di fila entrando in campo dal primo minuto nella competizione è stato Junior Fernandes (11) con la Dinamo Zagabria, in una striscia finita nel dicembre 2016. 

SERIE A: SCELTI PER TE