Roma, prosegue la trattativa con il gruppo Friedkin: le ultime news

Serie A

Angelo Mangiante

La trattativa tra il club giallorosso e il gruppo guidato da Dan Friedkin prosegue spedita. L'imprenditore statunitense ha grande fretta di abbracciare il progetto: tornerà presto a Roma

La trattativa va avanti. Ben oltre la fase iniziale. È la cosiddetta fase 4: quella della negoziazione. Da una parte il gruppo Friedkin, rappresentato da J.P. Morgan, la più grande banca d'affari al mondo con sede a New York, dall'altra gli emissari della Goldman Sachs, l'advisor scelto da Pallotta per trovare nuovi investitori. 

 

In mezzo, l'occhio sempre vigile della Consob e secondo giorno di fila di sospensione del titolo in Borsa per eccesso di rialzo, dopo un +13% fatto registrare dopo appena 20' dall'apertura a Piazza Affari. 

 

I mercati hanno subito avvertito la concretezza dell'operazione che il gruppo Friedkin vuole portare a termine. Dan Friedkin si è presentato a Roma con 16 componenti dello staff per studiare conti, bilanci e prospettive di investimento. Sarebbe anche rimasto nella Capitale fino a domenica per vedere Roma-Brescia, ma l'uscita della notizia del suo possibile ingresso nella Roma ha rimandato la prima all'Olimpico che avrebbe preferito fosse in incognito. 

 

Tornerà presto. È vero che per l'aumento di bilancio di 150 milioni c'è tempo un anno. Ma l'operazione vorrebbe farla presto. Considerando tutte le opzioni: quote di minoranza o di maggioranza. Roma senza stadio o con lo stadio. "One billion dollar", vale la Roma, con lo Stadio, per Pallotta. Con un americano che vuole cedere quote e l'altro le vuole comprare. 

 

Non sarà una lunga trattativa. E un piccolo record, Dan Friedkin, lo ha già battuto. È stato in questi giorni a Roma più di quanto non abbia fatto Pallotta negli ultimi due anni. Manca infatti a Roma da 527 giorni. Mentre l'altro potenziale nuovo socio ha invece fretta, molta fretta, di abbracciare il nuovo progetto.

I più letti