Napoli: allarme Koulibaly, non si allena. Milik in parte con il gruppo

napoli
©Getty

Il difensore senegalese ha saltato la seconda parte dell'allenamento per un 'trauma contusivo alla spalla sinistra' rimediato durante le esercitazioni del mattino: è da valutare e rischia di saltare la trasferta di Udine. Migliora, invece, l'attaccante polacco, tornato a lavorare in parte con il gruppo. In ogni caso, anche se dovesse essere convocato, certamente non scenderà in campo alla Dacia Arena

UDINESE-NAPOLI LIVE

A Castel Volturno scatta l'allarme Koulibaly. Il difensore senegalese, infatti, non ha preso parte alla seconda parte dell'allenamento (che per la prima volta nella gestione Ancelotti si è sviluppato su una doppia sessione) a causa di un problema alla spalla sinistra. "Koulibaly ha lavorato a parte in seguito ad un trauma contusivo alla spalla sinistra rimediato nell'allenamento mattutino", si legge all'interno della report medico pubblicato sul proprio sito dalla società di De Laurentiis. Le sue condizioni verranno monitorate nella mattinata di venerdì e solo allora Ancelotti saprà se avrà a disposizione il forte centrale difensivo. Se non dovesse farcela con Manolas al centro della difesa ci sarà Maksimovic. 

Potrebbe esserci qualche piccola speranza di convocazione per Arkadiusz Milik. L'attaccante polacco, assente dallo scorso 5 novembre per una lesione ai muscoli addominali (pareggio per 1 a 1 al San Paolo in Champions contro il Salisburgo) ha svolto parte della seduta in gruppo e ha poi completato la seduta con un allenamento personalizzato. Un dato che accende la speranza di vederlo a disposizione nel prossimo impegno ufficiale. "Lavoro differenziato - si legge nel report diffuso dalla società - invece per Allan, Ghoulam e Tonelli".

 

Le prossime ore, dunque, diranno se Milik, a segno 5 volte in 8 partite giocate in stagione tra campionato e Champions, potrà far parte della squadra del Napoli contro l'Udineseanche se c'è da dire che il Napoli non ha nessuna intenzione di velocizzare il suo recupero e che, anche se dovesse farcela a tornare in lista, difficilmente sarà impiegato da Ancelotti. In ogni caso per l'allenatore azzurro, alle prese con una crisi di gioco e risultati che va avanti oramai da più di un mese, quella di oggi è un'ottima notizia in vista soprattutto del futuro prossimo della sua squadra. 

I più letti