Sampdoria-Parma, Quagliarella: "Se abbiamo perso la colpa è mia"

Serie A

L'attaccante dopo la sconfitta contro il Parma: "Se abbiamo perso la colpa è mia, da calciatore più esperto mi assumo la responsabilità come giusto che sia. Sul rigore dovevo fare meglio, ho calciato male. Ora bisogna archiviare questa sconfitta e ripartire già dal derby. Rinnovo? La fiducia non è mai mancata, spero di ringraziare tutti al più presto"

GENOA-SAMPDORIA LIVE

Altra sconfitta per la Sampdoria, il Parma passa a Marassi grazie al gol di Kucka. I blucerchiati hanno la grande occasione per pareggiarla nella ripresa, con Fabio Quagliarella che però fallisce dal dischetto. Il capitano commenta la sfida contro i gialloblù e si assume le responsabilità della sconfitta per il rigore sbagliato: "Sapevamo dell'importanza di questa partita e dei punti in palio, siamo entrati contratti in campo – ha dichiarato Quagliarella a Sky Sport - Dopo il loro gol ci siamo sciolti, ma la Samp meritava quantomeno un pareggio. Il loro portiere è stato bravissimo, ma se non abbiamo portato a casa un pareggio o una vittoria la colpa è mia. Sul rigore potevo fare meglio, la responsabilità da calciatore più esperto me la prendo io, come giusto che sia. Spero di riscattarmi il prima possibile perché sono il primo a starci male, quel rigore era pesante e lo sapevo, però l'ho calciato male. Quel gol poteva darci lo slancio, ma purtroppo è andata così. Tutti i rigori sono pesanti, però l'ho colpita male, non come volevo. Poi sulla respinta siamo stati sfortunati, purtroppo è andata così. Mi prendo io le colpe perché la squadra ha dato veramente tutto".

"Archiviamo la sconfitta e ripartiamo. Rinnovo? Ho sempre sentito fiducia"

Ora il derby per provare a dare la svolta: "È sempre una partita speciale, qui si vive un'atmosfera particolare. Entrambe le squadre non vivono un buon momento, quindi sarà un derby molto sentito. Per noi tutte le partite sono importanti, a maggior ragione in questa posizione di classifica. Però dobbiamo provare a tirarci fuori il più in fretta possibile. La testa è tutto, a volte una squadra è contratta, poi fa gol e cambia la situazione. Negli anni non siamo stati abituati a stare così in basso, ma ora non possiamo assolutamente mollare. Da sabato si riprende, bisogna archiviare questa sconfitta di cui mi prendo la responsabilità e ripartire. Il rinnovo? La fiducia della società, della squadra e dei tifosi non è mai mancata, l'ho sempre sentita e questo per me è fondamentale. L'avevo firmato prima di Cagliari. Spero di ringraziare la società e i compagni il prima possibile".  

SERIE A: SCELTI PER TE