Napoli, Gattuso contattato in caso di esonero o dimissioni Ancelotti

Cambio in vista

Il Napoli prosegue le riflessioni sulla panchina, con Carlo Ancelotti che potrebbe lasciare dopo il Genk a prescindere dal risultato. In caso di divorzio è pronto Gattuso: l'ex Milan pronto a dire sì a un contratto di 18 mesi

NAPOLI-GENK: GOL E HIGHLIGHTS

Davanti c'è la sfida decisiva in Champions League contro il Genk, che determinerà il futuro europeo del Napoli. All'orizzonte, però, c'è una possibile, clamorosa rivoluzione in panchina. Perché le riflessioni della società proseguono, in maniera ancor più insistente dopo le due deludenti prove contro Bologna e Udinese, con un solo punto raccolto e nessun segnale concreto di rinascita da parte della squadra se non una timida reazione nella ripresa alla Dacia Arena. Carlo Ancelotti non è mai stato così in discussione, non a caso il Napoli si sta già guardando intorno da un po' e avrebbe già scelto il sostituto: quel Rino Gattuso che, proprio con l'attuale allenatore azzurro, ha vissuto stagioni importanti con la maglia del Milan. Il presidente De Laurentiis si è cautelato bloccando l'ex allenatore rossonero, garantendogli più dei 6 mesi di contratto proposti inizialmente. La nuova offerta del Napoli prevede un accordo di 18 mesi: i contatti sono stati proficui negli ultimi giorni e Gattuso sembrerebbe pronto ad accettare.

La partita contro il Genk e il futuro di Ancelotti

La società azzurra, dunque, continua a riflettere sulla posizione del suo allenatore. Le strade del Napoli e di Carlo Ancelotti potrebbero separarsi dopo la sfida contro il Genk, a prescindere dal risultato e dal discorso qualificazione. Molto potrebbe dipendere anche dalla volontà dello stesso allenatore, che potrebbe addirittura decidere di consegnare le dimissioni. Lo stesso Ancelotti non ha escluso questo scenario: "Per un allenatore la valigia dev'essere sempre pronta. Credo che sia assolutamente normale essere messi in discussione in questa situazione. Sono esperienze che ho vissuto in passato altre volte: se non si verificano determinate condizioni, io credo che sia giusto da entrambe le parti chiudere", le sue parole in conferenza stampa. Napoli attende dunque una giornata decisiva, per il suo futuro europeo ma anche per quello della panchina. Con Carlo Ancelotti sempre più lontano dagli azzurri e con Rino Gattuso sullo sfondo, pronto a subentrare al suo maestro. 

SERIE A: SCELTI PER TE