Probabili formazioni Serie A della 17^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le ultime notizie sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Milan senza Theo Hernandez. Bologna e Napoli hanno la difesa obbligata. Fonseca ritrova Smalling. Inter in emergenza, Conte pensa a Esposito e ad Agoume

Grossi problemi questa settimana per i fantallenatori ma su Superscudetto ci si può avvantaggiare grazie… al regolamento! La 17^ giornata di campionato inizia davvero presto dato che stasera ci sarà la sfida tra Sampdoria e Juventus. Le altre gare (esclusa Lazio-Verona) sono in programma tra venerdì e domenica ma ogni fantallenatore deve decidere la propria formazione e sperare che in questi giorni non accadano disastri dal punto di vista della disponibilità. Per Superscudetto invece si può scegliere ‘con calma’ visto che i vari reparti possono rimanere ‘aperti’ a modifiche a patto di non attingere dalla rose di Juve e Samp.

Anche le varie notizie che ci fornisce la squadra di Sky Sport arrivano per tempo ma questa settimana la parola d’ordine è “al momento”. Ipotizzare un XI probabile di una partita che si giocherà tra 72 ore minimo non è semplice. A maggior ragione le notizie relative a Brescia e Sassuolo (impegnate nel recupero che per definizione non rientra nella 17^ giornata) sono totalmente imprevedibili

FIORENTINA-ROMA, venerdì ore 20:45

Fiorentina, Chiesa non convocato!

L’impatto di Dusan Vlahovic contro l’Inter è stato davvero pazzesco. La giovane punta si candida quindi in maniera forte e decisa per un posto nell’XI titolare di venerdì. Montella starebbe pensando proprio a questa opzione con Boateng a fargli da spalla. Non si tratta di una bocciatura per Chiesa dato che l’azzurro è alle prese con un problema alla caviglia che non gli permetterà di essere a disposizione. Chiesa non compare infatti nella lista dei convocati. A centrocampo c'è qualcuno un po' acciaccato ma tutti dovrebbero stringere i denti. Se però ad esempio Badelj non dovesse recuperare al meglio, in pole ci sarebbe Benassi

Roma, rientrano Mancini e Smalling

La bella vittoria contro la Spal porta con sé un bel po’ di conferme. Nel tridente alle spalle di Edin Dzeko ci dovrebbe essere ancora Diego Perotti con Zaniolo e Pellegrini. Anche in mediana nessuna variazione mentre in difesa ci sarà Spinazzola a destra con coppia centrale formata da Smalling e Mancini. Entrambi erano assenti, per differenti motivi, nell'ultima di campionato. L'azzurro rientra dopo la squalifica, l'inglese ha recuperato da un problema fisico. Ancora ai box Kluivert che non sarà nemmeno in panchina

UDINESE-CAGLIARI, sabato ore 15

Udinese, Becao e Pussetto possibili nuove soluzioni

Bianconeri reduci da 2 punti nelle ultime 5 partite. Il Cagliari non è certo il miglior cliente possibile ma la squadra di Gotti, in casa, può sempre dire la sua. In difesa c’è la forte candidatura di Becao che al momento si gioca il posto con De Maio. Pussetto può essere l’altra nuova arma di Gotti. L’argentino può giocare anche da esterno di centrocampo. A quel punto uscirebbe dall’XI titolare Ter Avest. Jajalo è recuperato. Dovesse spuntarla, Mandragora tornerebbe interno di centrocampo mentre Fofana si accomoderebbe in panchina. In attacco Nestorovski è testa a testa con Lasagna.

Cagliari, porte girevoli a centrocampo

Per un Rog di rientro dalla squalifica, Maran dovrà rinunciare a Nandez per lo stesso motivo. La soluzione però può essere la stessa vista contro la Lazio ovvero schierare Ionita. Più difficile che l’allenatore rossobù ricorra a Castro. In difesa va verso il rientro nell’XI titolare Pellegrini. Resto della truppa confermata, sarà la stessa di lunedì sera.

INTER-GENOA, sabato ore 18

Inter, rebus a centrocampo. Davanti out Lautaro

Questa volta gli infortuni non c’entrano, o meglio non sono la causa di due assenze pesanti in casa Inter. Brozovic e Lautaro Martinez sono squalificati e l’infermeria piena rende più complicato il compito di mettere giù una formazione che dia le giuste sicurezze. Se in attacco il favorito al fianco di Lukaku è Esposito, in mezzo c’è da riflettere e ipotizzare. Borja non è al meglio ma resta la prima opzione. Conte spera di poter ritrovare Gagliardini ma per il momento c'è Agoume in rampa di lancio. Anche un Candreva interno con Borja regista è nei piani dell’allenatore (così come la possibilità di avanzare Skriniar) che però, ovviamente, non ha ancora preso una decisione definitiva.

Genoa, Pandev salta il grande ritorno

A San Siro sarà una gara particolare per Thiago Motta mentre Goran Pandev non potrà esserci contro la ‘sua’ Inter causa squalifica. Rientra Agudelo ma resta la situazione di emergenza viste le assenze di Favilli e Sturaro. Con anche Lerager KO, c’è una formazione per buona parte obbligata. In caso di difesa a 4, Ankersen potrebbe essere avanzato mentre con la linea a tre, il favorito sarebbe Pajac con Biraschi dietro e la possibile candidatura di Sanabria.

TORINO-SPAL, sabato ore 20:45

Torino, pronta la BBV

Walter Mazzarri ha solo un paio di dubbi in vista della sfida casalinga contro la Spal. In difesa non ci dovrebbero essere cambiamenti. Sulle corsie esterne, sicuro da una parte Ansaldi, dall’altra De Silvestri se la gioca con un Ola Aina al momento leggermente favorito. Davanti torna titolare il ‘Gallo’ Belotti che sarà supportato da Verdi e Berenguer a meno che a quest’ultimo non sia preferito Simone Zaza.

Spal, dubbio sistema di gioco

Il recupero degli esterni è di vitale importanza per Leonardo Semplici per poter tornare a quel 3-5-2 che non ha potuto schierare nelle ultime giornate. Reca, Strefezza e Sala non sono ancora pienamente recuperati ma non c’è nemmeno certezza che possano essere indisponibili. Dovesse recuperare uno tra Sala e Strefezza ecco che Igor potrebbe agire da esterno di centrocampo, ruolo che ricoprirebbe anche Di Francesco che però rientra da un infortunio. In mediana sicura la presenza di Kurtic che ha scontato il turno di squalifica. Davanti possibile nuova chance per Paloschi.

ATALANTA-MILAN, domenica ore 12:30

Atalanta, Ilicic ci prova

La certezza di Gasperini sarà il rientro dall’inizio del Papu Gomez, lasciato a riposo nell’ultima di campioanto persa a Bologna. Il punto di domanda riguarda Ilicic che potrebbe anche riuscire a recuperare ma che molto probabilmente partirebbe dalla panchina con uno tra Pasalic e Malinovskyi che farà compagni a Gomez alle spalle di Muriel. In mediana Freuler con Pasalic trequartista. Altrimenti l’ex Milan scalerà in mezzo con Freuler in panchina.

Milan, co-capocannoniere a casa

A Bergamo i rossoneri dovranno fare a meno di Theo Hernandez che, al pari di Paquetà, è stato fermato per un turno dal giudice sportivo. Assenza di rilievo dato che l’esterno sinistro è, al pari di Piatek, il capocannoniere del Milan e sicuramente uno di più in forma. Possibile il rientro dal 1’ di Ricardo Rodriguez. Dovrebbe essere solo questo il cambio (forzato) operato da Pioli nel decidere l’XI titolare.

LECCE-BOLOGNA, domenica ore 15

Lecce, coppia in entrata ma coppia in uscita

Fabio Liverani contro il Bologna potrà tornare a contare su Lucioni e Petriccione, assenti per squalifica nella sconfitta di Brescia, ma dall’altra parte ci sono da registrare le assenze di Lapadula e Majer (sempre ‘causa’ giudice sportivo). Tabanelli-Tachtsidis-Petriccione rappresentano la cerniera di centrocampo ma i dubbi maggiori sono in attacco con La Mantia che punta a mantenere un posto nell’XI titolare ma con Falco, Farias e Babacar che si candidano. Uno dei tre sicuramente ce la farà ma chi lo dice che non possano essere anche due i ‘promossi’?

Bologna, difesa fatta. Monitorato Dzemaili

Le assenze di Krejci e Dijks e la squalifica di Danilo, impongono a Mihajlovic una linea a 4 che possiamo dare per (quasi) scontata già di mercoledì. Denswil, che nelle ultime uscite aveva giocato a sinistra, tornerà al centro con Mbaye terzino. L’altro dubbio è legato al trequartista centrale. Soriano è tornato in gruppo, Dzemaili è alle prese con un problema alla coscia, mentre Svanberg resta un’alternativa. Davanti ci sarà Palacio.

PARMA-BRESCIA, domenica ore 15

Parma, Inglese e Scozzarella da valutare

D’Aversa non può permettersi di ruotare troppi uomini viste le assenze di Cornelius, Karamoh e Kucka. Molto della formazione anti-Brescia dipenderà dai possibili recuperi di Inglese e Scozzarella. Il primo permetterebbe a Kulusevski di agire da esterno d’attacco. Il secondo potrebbe tornare al centro della mediana spedendo in panchina Brugman. Se invece l’attaccante azzurro non dovesse recuperare, pronto Sprocati con accentramento di Kulusevski che agirebbe da falso nove.

Brescia, in attesa di nuove news

Questa sera ci sarà il recupero di campionato tra la squadra di Corini e il Sassuolo. Non essendo dotati di palla di cristallo è impossibile sapere chi sarà stanco, acciaccato, sano, da recuperare, squalificato etc etc quindi ipotizzare un possibile XI può risultare fuorviante e poco credibile.

SASSUOLO-NAPOLI, domenica ore 20:45

Sassuolo, in attesa di nuove news

Anche per il Sassuolo vale ciò che si è detto per il Brescia. Con il recupero ancora da disputare è praticamente impossibile (e volendo anche fuorviante) lanciarsi in ipotesi di formazione

Napoli, coppia difensiva obbligata per Gattuso

Senza Maksimovic, che deve scontare la seconda giornata di squalifica, e Koulibaly, infortunatosi nella prima parte della sfida persa contro il Parma, Gattuso non ha molte alternative al centro della difesa. Dentro Luperto e Manolas. A sinistra favorito Mario Rui. Centrocampo e attacco dovrebbero rimanere quelli di settimana scorsa con Mertens e Llorente che sperano di poter recuperare posizioni nella gerarchia degli attaccanti presenti nell’XI titolare.

LAZIO-VERONA, RINVIATA al 5 febbraio

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche