Inter-Cagliari, Nainggolan: "Sono stato trattato come un giocattolino dall’Inter"

Serie A
©Getty

Il centrocampista, autore del gol del pareggio, ha commentato così il punto ottenuto contro i nerazzurri: "Abbiamo fatto sempre la partita, sono soddisfatto per il gol. Futuro? Penso solo alla prossima partita"

Dopo la brutta sconfitta incassata in Coppa Italia, stavolta il Cagliari esce con un risultato diverso da San Siro, dove porta via un punto per il pareggio maturato. Alla rete di Lautaro Martinez ha risposto il grande ex (ancora di proprietà dell’Inter), Radja Nainggolan, che ha fissato il punteggio sull’1-1 finale. "Abbiamo fatto la partita fin dall’inizio, facendo girare la palla con personalità. Ci sono stati anche tanti episodi a sfavore. Non ho niente contro l’Inter ma ci sono episodi che vanno rivisti. Non parlo del gol, ma anche dell’espulsione. Resta comunque un punto importante" ha commentato il belga al fischio finale, intervistato da DAZN. Il giocatore non ha nascosto la soddisfazione di aver fatto gol ai nerazzurri: "Ho molto rispetto per l’Inter e per i miei compagni, ma sono stato trattato come un giocattolino quindi sono contento per un verso, per un altro lo sono di meno".

Dubbi sul futuro

Il futuro di Nainggolan resta un’incognita. "Mi concentro soltanto partita per partita. Mi sto divertendo e stiamo giocando per qualcosa di speciale" ha detto il centrocampista. Quindi, ha raccontato lo scambio con Simeone: "Gli ho fatto i complimenti per la partita. Non segna ma è colpa sua perché lotta e corre troppo, invece un attaccante deve essere più egoista. Ma sta facendo una grande stagione, per noi è molto importante".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche