Probabili formazioni Serie A della 22^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Chiuso il mercato, si ricomincia. C'è tanta attesa per capire, tra gli ultimi arrivati, chi giocherà subito e chi siederà in panchina. Inter, Handanovic out: problemi alla mano, a forte rischio anche il derby; a centrocampo Eriksen titolare. Lazio con Immobile-Caicedo. Pioli lascia a casa Ibra, Kjaer e Krunic

UDINESE-INTER LIVE

Dopo le ultime, frentetiche 24 ore di mercato, "les jeux sont faits", come direbbe qualcuno che di azzardi s'intende. C'è chi ha speso e chi è rimasto a guardare, chi doveva fare i compiti a casa e ha cercato di complerare tutti 'gli esercizi sul quaderno'. Ora resta 'solo' la prova del campo. Quanti nuovi volti saranno subito titolari?

La risposta arriva dalla squadra di Sky Sport che è già vigile e attenta. Di ballottaggi da risolvere ce ne sono eccome; in altri casi però tutto è già quasi deciso. Vediamo quindi di dare un'occhiata a tutte le news sulle probabili formazioni squadra per squadra.

ATALANTA-GENOA, domenica ore 15

Atalanta, Pasalic vuole ritrovare posto

Zero infortunati in casa Atalanta: mister Gasperini ha riabbracciato anche Castagne (che era l’unico infortunato) ma difficilmente ruoterà uno tra Gosens e Hateboer. Partita speciale (da ex) per il tecnico nerazzurro che si affiderà ancora a Duvan Zapata con buona pace di Muriel. L’unico vero dubbio riguarda Pasalic che da titolare fisso è passato ad arma a gara in corso. Per lui ballottaggio con Freuler; non dovesse vincerlo sarebbe dura farsi largo sulla trequarti per un posto da titolare.

ATALANTA (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Palomino, Djmsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata

Genoa, niente sfida tra cugini?

Nel centrocampo rossoblù c’è da registrare il rientro dalla squalifica di Cassata che si candida per un posto che ha quasi sempre conquistato negli ultimi tempi: quello del titolare nel 3-5-2 di Nicola. La sfida tra cugini potrebbe riservare un nuovo capitolo anche se Cristian Zapata non è al momento nella 'probabile titolare'. In attacco è arrivato Iago Falque che però non è stato convocato. Regolarmente in panchina invece sia Masiello che Soumaoro. Con Pandev, a Bergamo, dovrebbe partire di nuovo Favilli dal 1'.

GENOA (3-5-2) probabile formazione: Perin; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Cassata, Schone, Sturaro, Barreca; Pandev, Favilli.

LAZIO-SPAL, domenica ore 15

Lazio, coppia d’attacco Immobile-Caicedo

Simone Inzaghi non ha grossi dubbi di formazione. L’infortunio a Correa, che lo terrà fuori dalla sfida contro la Spal, rilancia la candidatura di Caicedo al fianco di Immobile. El Tucu e Cataldi sono gli unici indisponibili tra i biancocelesti. In difesa si candida Patric. A destra difficile che Marusic possa spodestare Lazzari. Stesso discorso sull’altro versante dove Jony tenta di scalzare Lulic

LAZIO (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile.
 

Spal, a Roma senza una buona fetta di gol

Il Napoli ha da poco annunciato il suo arrivo a giungo. Per ora però Andrea Petagna resta alla Spal fino al termine della stagione. Il bomber spallino, capace di realizzare il 50% dei gol di squadra, si accomoderà in tribuna visto che è squalificato. Per lo stesso motivo, assente anche Valoti. In difesa può essere il turno di Bonifazi e occhio anche alla possibilità di lanciare subito titolare Zukanovic, mentre in attacco, alla luce di ciò che è successo l'ultimo giorno di mercato, quasi sicuramente giocheranno Floccari (ex di turno) e Di Francesco. Anche in mediana si potrebbe vedere un nuovo arrivo, Castro

SPAL (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Tomovic, Vicari, Bonifazi; Strefezza, Dabo, Missiroli, Castro, Reca; Di Francesco, Floccari

MILAN-VERONA, domenica ore 15

Milan, Ibra e Kjaer non convocati. Gioca Rebic!

La lista dei convocati per la sfida contro il Verona non lascia spazio a dubbi. Zlatan Ibrahimovic non sarà della partita. Un piccolo problema fisico, unito a una due giorni d'influenza, ha convinto Pioli a non rischiare lo svedese. Provata (e probabile) la coppia Rebic-Leao. Bennacer è squalificato, Krunic non è al meglio ed è indisponibile e quindi Calhanoglu scala in mezzo. In difesa Conti favorito su Calabria. Musacchio ha il via libera per tornare titolare vista l'indisponibilità di Kjaer. Anche per il danese attacco influenzale e non convocazione per domenica.

MILAN (4-4-2) probabile formazione: Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Castillejo, Kessie, Calhanoglu, Bonaventura; Rebic, Leao

Verona, conferma per Dawidowicz. Chi sulla trequarti?

Il gol segnato domenica scorsa dovrebbe valere la conferma nell’XI titiolare per Dawidowicz che relegherebbe in panchina Gunter. In mediana nessuna novità con Amrabat e Veloso a guidare i compagni. Più complicato il discorso in attacco. Zaccagni torna dopo aver osservato un turno di top per squalifica e pare uno dei favoriti per una maglia da titolare. Ci sono anche Borini, Verre e Pessina che lottano per l’altro posto dietro alla punta che dovrebbe essere Di Carmine.

VERONA (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Borini, Zaccagni; Di Carmine

LECCE-TORINO, domenica ore 18

Lecce, rientra Calderoni. A rischio Gabriel

Il mercato ha portato qualche pedina interessante soprattutto a centrocampo, reparto nel quale Liverani deve trovare la giusta quadratura. In difesa c’è Dell’Orco squalificato ma il rientro in gruppo di Calderoni può far tornare i giallorossi al 4-3-1-2 con Donati e Calderoni esterni. In mezzo Barak potrebbe subito rivelarsi utile. Petriccione infatti ha accusato un fastidio. Gabriel in settimana si è allenato poco e Vigorito potrebbe partire titolare.

LECCE (4-3-1-2) probabile formazione: Vigorito; Donati, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Deiola, Barak, Majer; Mancosu; Lapadula, Falco

Torino, due tornano ma due escono

Mazzarri ritrova sia Rincon che Ola Aina. I due, assenti nell’ultimo turno causa squalifica, dovrebbero riprendere con tutta probabilità posto nell’XI titolare. Con Ansaldi non pienamente recuperato l’altro posto va a De Silvestri. Poche chance per Laxalt. Ci sono però da registrare le defezioni sicure di Izzo e Lukic. Entrambi hanno preso un rosso domenica scorsa. In difesa, a destra, ci sarà il recuperato Bremer.

TORINO (3-4-2-1) probabile formazione: Sirigu; Bremer, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Meité, Rincon, Ola Aina; Berenguer, Verdi, Belotti

UDINESE-INTER, domenica ore 20:45

Udinese, Zeegelaar subito in campo?

Si tratta di un ritorno in quel di Udine per Zeegelaar. L’esterno sinistro torna in bianconero e si candida per sostituire Sema. Il giovane svedese però pare ancora in largo vantaggio sul compagno. William Troost Ekong aveva accusato un problema e si pensava potesse lasciare il posto a De Maio ma nelle ultime ore le cose sono cambiate e il centrale olandese va verso una maglia da titolare. Per il resto tutto come da copione con il solito ballottaggio in attacco al fianco di Okaka. Favorito Lasagna.

UDINESE (3-5-2) probabile formazione: Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna

Inter, Eriksen dentro dall'inizio. Handanovic out

Antonio Conte prepare la sfida contro l'Udinese sapendo di non poter contare su Lautaro Martinez ma con tutta l'intenzione di lanciare dal primo minuto Eriksen. Assente Samir Handanovic: il portiere ha preso una botta alla mano in allenamento, al suo posto Padelli (al debutto stagionale in Serie A con la maglia nerazzurra). A centrocampo è pronto all'esordio anche Moses che agirà sulla fascia destra, dall'altra parte conferma per Young. In attacco Esposito è favorito su Sanchez. Sarebbe la sua seconda gara da titolare in maglia Inter. Brozovic è recuperato ma dovrebbe partire dalla panchina. Sensi e Gagliardini non sono stati convocati.  

INTER (3-5-2) probabile formazione: Padelli; Skriniar; de Vrij, Bastoni; Moses, Vecino, Barella, Eriksen, Young; Esposito, Lukaku

SAMPDORIA-NAPOLI, lunedì ore 20:45

Sampdoria, assenze in difesa e a centrocampo

Claudio Ranieri dovrà fare a meno di Bereszynski, fermato per un turno dal giudice sportivo. Con Depaoli non ancora al meglio a causa di una distorsione alla caviglia, sulla destra può essere dirottato Thorsby. Altra opzione è quella di Chabot con Tonelli centrale al fianco di Colley. In mediana monitorate le condizioni di Vieira che non è l meglio. Dovesse farcela, il sacrificato sarà Jankto. Là davanti Quagliarella è sicuro del posto, Gabbiadini quasi.

SAMPDORIA (4-4-2) probabile formazione: Audero; Thorsby, Tonelli, Colley, Murru; Ramirez, Ekdal, Vieira, Linetty; Gabbiadini, Quagliarella

Napoli, si rivedono Mertens e Koulibaly

Buone notizie dall'infermeria per Gennaro Gattuso visto che sul campo di Castelvolturno hanno ripreso a lavorare Koulibaly e Mertens. Per il centrale difensivo, fuori da parecchio tempo, si può pensare ad un ritorno graduale e quindi Di Lorenzo-Manolas resta la prima opzione. In mezzo Allan non è ancora completamente a posto. C'è Demme favorito per giocare con Zielinski e con...Lobotka. Gattuso sta infatti pensando a lui e non troppo a Fabian Ruiz.. Davanti solito trio con Milik supportato da Insigne e Callejon

NAPOLI (4-3-3) probabile formazione: Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario  Rui;
Lobotka, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche