Lazio-Spal, Immobile: "Nello spogliatoio parliamo di Champions"

Serie A
©Getty

L’attaccante viaggia a medie da record in termini realizzativi e la Lazio vola: "L’obiettivo resta sempre la Champions, ne parliamo anche nello spogliatoio. Poi se saremo ancora lì ce la giocheremo alla fine"

LAZIO-VERONA LIVE

25 reti in 21 partite di Serie A: nessuno è riuscito a far meglio di Ciro Immobile nella storia del nostro campionato, che ha eguagliato il record di Angelillo del 1959. Con i gol che ha segnato finora sarebbe già stato capocannoniere in 50 campionati passati su 87. Sono numeri che restituiscono la grandezza della stagione che sta disputando l'attaccante della Lazio, a segno con una doppietta anche contro la Spal. Le sue prodezze fanno volare i biancocelesti, che mantengono il passo della Juventus a ridosso della vetta. "L'obiettivo è sempre quello di inizio anno, la Champions, poi magari restiamo lì in alto e ce la giocheremo fino alla fine. Nello spogliatoio ne parliamo, vediamo i nostri avversari diretti come la Roma e l’Atalanta che aspettano un passo falso ma siamo bravi a rimanere concentrati con i piedi per terra. Siamo contenti di far divertire la gente, c'era una grande atmosfera allo stadio" ha detto Immobile, intervistato al fischio finale da Sky Sport.

Inzaghi: "2° posto? Vivo alla giornata"

Naturale che ci sia soddisfazione anche nelle parole di Simone Inzaghi. "Caicedo aveva qualche problema nella rifinitura, è stato bravissimo e disponibile. Probabilmente in un'altra situazione non l'avrei rischiato, ci ha dato una grandissima mano. Sono stati bravi i ragazzi a far diventare semplice una partita che non lo era: la Spal nelle ultime tre trasferte avevano vinto due volte e una l'ha persa immeritatamente a Firenze. Dobbiamo lavorare su noi stessi, è normale che ci sia entusiasmo: lo stadio era bellissimo, è stato un piacere veder giocare la squadra. Proveremo a migliorarci sempre, le partite sono tutte molto difficili, ma con questo spirito possiamo toglierci tante soddisfazioni" ha analizzato l’allenatore. Durante il mercato invernale, la Lazio è andata vicino ad acquistare un attaccante importante come Olivier Giroud: "Tenere tutti in buona salute non è facile, con tutte queste partite ravvicinate il francese non avrebbe tolto troppo spazio ai tre attaccanti e ad Adekanye, che è entrato bene e sta capendo il calcio italiano. È interessante, ha margini di crescita. Gli vogliono tutti bene perché è molto rispettoso, sta cercando di trovare spazio in un attacco come il nostro dove posso alzare Luis Alberto o Milinkovic-Savic da sotto-punta. Se fosse venuto qualcuno ad aiutarci avremmo avuto più soluzioni. Firmare per il secondo posto? Firmo per partite come quella di oggi, vivo alla giornata come ho vissuto questi quattro anni bellissimi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche