Juventus, Cristiano Ronaldo: "Nessuna paura, passeremo il turno di Champions"

Serie A

Calma e serenità dopo il Lione: il fuoriclasse portoghese ha parlato così in esclusiva a Sky Sport: "Passeremo il turno di Champions League, siamo arrabbiati ma nessuna paura"

"Siamo arrabbiati per il risultato di Lione, ma nessuna paura". Così Cristiano Ronaldo in un'intervista esclusiva a Sky Sport. "Sono convinto che passeremo il turno. La Champions è la competizione più difficile che ci sia. Ma abbiamo fiducia per il ritorno, quando giocheremo davanti ai nostri tifosi. Siamo sereni e concentrati: adesso pensiamo a vincere le prossime partite, poi penseremo alla Champions". 

Sul momento della squadra

"A volte in partita non si riesce a fare ciò che si prova in allenamento - continua Cristiano Ronaldo -. Ma non facciamo drammi, il calcio è così. A volte perdi, altre vinci. Sarri? Rispettiamo le idee dell'allenatore. Il nostro lavoro e continuare ad allenarci e preparare le prossime partite. Io cerco di dare il mio contributo, aiutando la squadra con gol e assist. Non vedo un momento critico, sono convinto che la nostra stagione possa essere grandiosa e che il meglio debba ancora arrivare".

 

Su Juve-Inter (rinviata a maggio)

"Juve-Inter è come Barcellona-Real Madrid", dice Cristiano Ronaldo sulla partita dello Stadium rinviata al 13 maggio causa delle misure legate all'emergenza coronavirus. "Contro Inter, Milan e Lazio sono tutte grandi partite, è bello giocarle – dice CR7 a Sky Sport -. Con i nerazzurri sarà una partita fantastica contro un allenatore e una squadra fantastica, ma cercheremo di vincere. I nostri tifosi non ci saranno siamo tristi ma le responsabilità restano le stesse – ha detto il portoghese prima del rinvio -. Giocheremo in casa e speriamo di poter fare un grande risultato. Sarà strano giocare senza pubblico un match così importante. Non è bello ma la salute resta la cosa più importante. Dobbiamo rispettare la decisione di giocare a porte chiuse".

 

"Pressione? Ci sono abituato"

Il portoghese si sofferma anche sul suo ruolo di leader. "Anche i miei compagni di squadra hanno responsabilità, magari qualche volta sento più pressione perché sono Cristiano. La gente si aspetta tanto da me, ma non mi preoccupa, sono preparato", ammette l'attaccante della Juve prima di parlare del prossimo record che potrebbe battere, quello dei gol in 12 partite consecutive di Serie A (staccherebbe Batistuta e Quagliarella). "Di record ne ho battuti tanti, arrivano in maniera naturale. Mi farebbe piacere, ma la priorità è aiutare i miei compagni e vincere".

 

Sul bilancio del primo anno e mezzo in Italia 

Cristiano Ronaldo è contento alla Juventus e lo ripete più volte nella sua intervista a Sky Sport. "Sono felice. Gioco nel miglior club che c’è in Italia. Gioco insieme ai migliori giocatori. Abbiamo vinto lo scorso anno dei trofei e quest’anno spero di fare lo stesso", spiega l'ex Real prima di ribadire: "Sono molto felice".

 

Sulle 1000 partite in carriera

Contro l'Inter Cristiano Ronaldo raggiungerà le 1000 presenze tra club e nazionale maggiore. "Mille è un bel numero, frutto della dedizione, del lavoro e del talento: non è facile da raggiungere a 35 anni. Spero di giocarne altre 100". Chiusura dedicata a un sogno nel cassetto. Cristiano chiude gli occhi ma continua a pensare al presente. "Spero di segnare con l'inter e vincere la partita!". Poi il messaggio ai tifosi, in italiano. "Ciao juventini, domenica vinciamo per voi". Parola di CR7.

SERIE A: SCELTI PER TE