Juve: Pirlo, Barzagli e il 'bersaglio' Matri: quanti aneddoti di spogliatoio

Serie A
Juve Tv

I tre storici bianconeri in videochat a Juve Tv: "Quanti scherzi in spogliatoio, gli ultimi dai sudamericani". E poi il momento quiz: "Meglio il sinistro di Matri o il tiro da fuori di Barzagli?"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Uno di loro fino all'anno scorso, tutti insieme protagonisti del nuovo ciclo di vittorie bianconere iniziate nel 2012. E oggi, A casa con la Juve, Matri, Pirlo e Barzagli ancora una volta a rapporto. Tra battute e retroscena di spogliatoio: "Barzagli è l'unico difensore centrale che è finito a fare il terzino, di solito è il contrario", sorride l'attaccante, svincolato dopo l'ultima esperienza al Brescia e in cerca di una squadra prima dell'emergenza coronavirus. "Lui è già finito da mesi...", la replica dell'ex capitano. "Scherzo: appena riapre il mercato Matri troverà il club giusto per ripartire. Io, che mi sono fermato da pochi mesi, dico che sono contento e orgoglioso: di quello che ho fatto, del mio percorso da calciatore". E a proposito di scherzi, è il momento di rispolverare i tanti anni di Juventus dietro le quinte: "Ale era famoso per soffrire la pressione delle partite importanti", ricorda Barzagli. "Era un po' ansioso e ce lo trasmetteva in allenamento. Noi per tutta risposta lo prendevamo un po' in giro". Matri sorride: "Mi martellavano! Ero la vittima dello spogliatoio". "Ma io di scherzi ne ho sempre fatti pochi", si chiama fuori l'ex difensore. "L'anno scorso invece ne ho ricevuto più di qualcuno dai sudamericani. L'ultima volta mi sono ritrovato la macchina incellofanata e ricoperta di coriandoli: ho dovuto fare cinque lavaggi...io cazzeggiavo e loro mi punivano così. Ci siamo divertiti".

E alla fine arriva Pirlo...

Nel mezzo della videochat irrompe anche l'altro Andrea. Subito chiamato a dare un voto ai compagni: "Il sinistro di Matri? Al tiro arriva al 6, ma nel cambio di gioco è un 4,5. Mentre l'eleganza di Barzagli è da 8, in campo e fuori". L'ex compagno non gli restituisce il favore: "Il colpo di testa di Pirlo? Inguardabile. Una volta contro l'Inghilterra entrò Carroll (193 cm, ndr) e Andrea gli prese due palle di testa: non ci volevo credere". Ultima domanda per Matri: un voto al senso tattico di Pirlo? "Beh, 10. Aveva gli occhi ovunque. Ma non è mica giusto: a lui avete chiesto del mio sinistro e a me invece..." Ruoli di spogliatoio che ritornano, anche da casa, tanti anni dopo.

SERIE A: SCELTI PER TE