Atalanta, Gosens: "Speriamo di riprendere, non vogliamo finire la Champions League così"

Serie A

Il tedesco a Sky Sport: "È una situazione difficile per tutti, ma ho tempo per studiare psicologia e allenarmi. Spero che il calcio riparta presto, non vogliamo finire la Champions League così ma chiaramente ci vuole un protocollo per giocare in sicurezza. Ho lavorato per migliorare il mio rendimento e sono contento, ora voglio continuare così per conquistare la Nazionale"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Sette gol e cinque assist in campionato più un gol in Europa: la stagione da sogno di Robin Gosens, uno dei protagonisti del grande percorso dell'Atalanta. Al momento della sospensione, i nerazzurri erano ai quarti di finale di Champions League e al quarto posto in Serie A. Per il tedesco classe 1994, la terza stagione a Bergamo è stata quella della definitiva consacrazione e ora l'esterno spera di portarla al termine, come dichiarato a Sky Sport.

 

Come stai vivendo questa situazione?

 

"I giocatori dell'Atalanta vivono una situazione difficile, così come tutti quelli che sono in casa. Per me è molto complicato, mi piace la vita fuori. Per fortuna non conosco nessuno con il coronavirus. Se devo trovare un aspetto positivo dico che in questo momento ho più tempo per studiare, sto facendo psicologia e ogni giorno posso fare gli esercizi e preparare i miei esami. E poi tutti i giorni svolgo il programma che ci manda il nostro preparatore atletico".

 

Pensi che la stagione sarà regolarmente finita?

 

"Spero di poter ricominciare a giocare, sono un calciatore e voglio sempre che questo accada. Dopo l'ultimo decreto sono fiducioso, chiaramente ci vuole un protocollo medico e di sicurezza che garantistica la salute di tutti i calciatori e di chi lavora nel calcio".

 

C'è anche la Champions League e voi siete ai quarti di finale...

 

"Giocare la Champions League è una cosa fantastica, anche ad agosto non cambia nulla. Spero di poterla proseguire, non voglio finisca la nostra avventura in questa maniera. La città di Bergamo vive per il calcio e per l'Atalanta, vogliamo ripagarli e diamo sempre tutto per far felici i nostri tifosi".

 

Prestazioni, gol e assist: soddisfatto della tua stagione?

 

"Ho sempre detto di voler alzare il mio rendimento, ho lavorato tanto per questo. Sono contento di esserci riuscito, non è normale che un giocatore che fa il mio ruolo segni così tanto e non era neanche il mio obiettivo".

 

Cosa pensi dei complimenti ricevuti dal Ct tedesco Loew?

 

"Sono contento per quello che ha detto, significa che sono sulla strada giusta. Questa è una motivazione in più per quando si ricomincerà, voglio mettermi in mostra per puntare all'esordio in Nazionale".

 

Cosa ti aspetti dopo il coronavirus?

 

"La libertà di movimento e la salute sono le cose più belle e che mancano di più. Spero che dopo questa situazione si possa apprezzare la vita in un altro modo, essendo felici anche con le piccole cose".  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche