Serie A, Napoli: via ai tamponi a domicilio: giovedì nuovo test

Serie A
Francesco Modugno

Francesco Modugno

Il club ha sottoposto i propri giocatori a un primo giro di tamponi, effettuati direttamente nelle loro abitazioni. Giovedì il secondo test in vista della ripresa degli allenamenti, che potrebbero partire già nel weekend, a turni, su tre campi diversi di Castel Volturno    

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI

Come stare ai blocchi di ri-partenza. Il citofono di casa è lo sparo che dà il via. Suona, è il medico: tamponi per tutti, fatti a domicilio. Il primo dei due previsti, obbligatori. L’altro giovedì. Il resto dei test cardiorespiratori a Castel Volturno. Lì dove Napoli spera di starci già nel week end, magari venerdì. Tutti controllati, distanziati, igienizzati. Puliti, in ogni senso: senza virus. Tre campi utilizzati; nessun contatto, garantito. Né spazi da poter condividere. Si arriva e si va via da soli e spogliati, ognuno col proprio kit e la lavatrice a casa, come da ragazzini. Si tornerà a correre. Liberi di guardare avanti, al di là del balcone di casa.

 

Tutto è pronto, e da un po’ ormai. Anche l’erba di Castel Volturno, tagliata, sempre più verde speranza. Con lo staff di Gattuso che ci ha fatto già una ricognizione. Un allenamento a metà mattinata; la prima dozzina. Poi l’altro gruppetto più tardi, nel pomeriggio, tenendo anche conto delle esigenze di chi sta osservando il Ramadan. Quattro calciatori per campo; due tecnici, uno in mezzo l’altro dietro la porta. E i medici. Distanti ma coordinati. Corsa, allunghi ed esercizi atletici. Ma poi il pallone, subito. E ogni giorno sempre un po’ di più. Col pallone si può avere un rapporto stretto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche