Strakosha: "La mia Lazio come gli Avengers e io il suo Spiderman"

Serie A

Il portiere della Lazio ha paragonato i suoi compagni ai famosi supereroi della Marvel. E non ha nascosto la gioia per il ritorno in campo: "Bellissimo tornare a Formello, siamo carichi e vogliamo ripartire"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

"Noi come gli Avengers e io come Spiderman". E' questo il confronto che avanza Thomas Strakosha, che paragona la sua Lazio a una squadra di supereroi. Il portiere albanese è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, assegnando un ruolo specifico ad ogni compagno di squadra nel famoso gruppo della Marvel: "Radu è Hulk, Thor è Acerbi e Capitan America è Lulic. Iron Man può farlo Luis Alberto perchè è sempre preciso su tutto, mentre Occhio di falco è Marusic". Oltre a questo paragone di carattere soprannaturale, Strakosha ha parlato anche delle sensazioni provate al ritorno in campo a Formello: "E' stato bello rivedere l'erba del terreno di gioco e tutti i miei compagni, anche se a distanza. Non è stato facile stare a casa in queste settimane, anche se per noi è calciatori è stato un po' più semplice rispetto ad altri. Sicuramente meglio allenarsi qui che al parco, il nostro centro sportivo era uno dei migliori in Italia già prima del Coronavirus e adesso lo sarà ancora di più. Siamo carichi, vogliamo ripartire, anche se ci teniamo a non mettere in pericolo nessuno per colpa nostra".

"Consapevoli della nostra forza. La svolta contro l'Atalanta"

Il numero uno biancoceleste ha poi analizzato dal punto di vista fisico e psicologico il possibile rientro in campo dopo uno stop così lungo: "Sicuramente questa sosta avrà delle conseguenze, ma penso che sia più un problema mentale. Sono fiducioso perchè siamo consapevoli della nostra forza, siamo insieme da quattro anni e siamo cresciuti tanto sia sul piano tecnico che su quello psicologico". Una crescita graduale e costante, quella della Lazio di Simone Inzaghi, che in questa stagione ha raggiunto sicuramente il picco più elevato. La rincorsa Scudetto dei biancocelesti, però, secondo Strakosha ha un inizio ben preciso: "La partita della svolta è stata quella contro l'Atalanta all'Olimpico. Eravamo sotto 3-0 e abbiamo rimontato fino al 3-3, lì ci siamo convinti delle nostre qualità. La vittoria più bella in questi anni? Per me è quella allo Juventus Stadium di due anni e mezzo fa. Erano 15 anni che la Lazio non vinceva a Torino e parare il rigore a Dybala all'ultimo secondo è stata una grande soddisfazione".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche