Juve, Rabiot è tornato a Torino: atteso chiarimento con il club

juventus
Paolo Aghemo

Paolo Aghemo

Il francese è rientrato in macchina dalla Costa Azzurra dove si era fermato nonostante la ripresa degli allenamenti indvduali. Una scelta che, insieme alla sua ultima uscita social, ha creato qualche perplessità nella dirigenza bianconera. Ora è atteso un chiarimento tra il giocatore e la società

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Diavolo di un Rabiot! Mentre i suoi compagni arrivano allo Juventus Training Center, uno dietro l’altro, Dybala, Pjanic e poi il vice presidente Nedved, il francese dalla Costa Azzurra disteso sul letto lancia messaggi che ne fanno capire l’umore: “ultimo giorno di sciopero...” scrive in tono sarcastico sui social. In riferimento alla scelta, legittima sul piano formale, di non rientrare a Torino nei giorni scorsi, come invece avevano fatto gli altri compagni che si trovavano all’estero, appena era arrivato il via libera agli allenamenti individuali. Dopo il messaggio social anche Rabiot si è messo in auto in direzione Piemonte, tre ore scarse di viaggio ed eccolo a Torino dove comincerà la quarantena di 14 giorni.

 

Ora all’appello manca il solo Higuain che però è rimasto in Argentina accanto alla madre malata, una situazione diversa rispetto a quella di Rabiot, la cui scelta di restare in Costa Azzurra ha fin da subito suscitato qualche fastidio a Torino. L’ultima uscita sui social non ha certo contribuito a diminuire le perplessità della dirigenza. La situazione sarà chiarita in un confronto tra le parti, considerando che – nel caso emergessero delle difficoltà - il mercato può  garantire buone soluzioni, sia per la Juventus che per Rabiot.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche