Ronaldo il Fenomeno ricorda Gigi Simoni: "Lui direttore, noi l’orchestra"

Serie A

Le bellissime parole dell'attaccante brasiliano per dare l'addio a Gigi Simoni: "Lo ricordo con quel sorriso, la sua voce sempre calma, i suoi consigli preziosi.  Grazie mister, mi hai insegnato più di quanto immagini". Massimo Moratti: "Grande protagonista della storia dell'Inter"

IL RICORDO DI GIGI SIMONI, LE REAZIONI SUI SOCIAL

"Un maestro, un uomo saggio e buono con cui abbiamo vinto insieme". E' il dolce ricordo di Ronaldo "il Fenomeno" per commemorare Gigi Simoni, l'allenatore con cui alzò la Coppa Uefa in nerazzurro nella stagione 1997/98. Il brasiliano ha pubblicato un post su Instagram ricordando il Mister con una foto scattata a Natale, con queste bellissime parole, con dedica finale.

 

"Gigi Simoni per me non è stato solo un allenatore. Se oggi penso a lui, penso a un uomo saggio e buono, che non ti ordinava di fare le cose, ma ti spiegava perché quelle cose erano importanti. Penso a un maestro, come in quella foto che facemmo a Natale: lui direttore, noi l’orchestra. Lo ricordo così, con quel sorriso, la sua voce sempre calma, i suoi consigli preziosi. Potevamo e dovevamo vincere di più, ma abbiamo vinto insieme, la cosa che ci raccomandava sempre: grazie mister, mi hai insegnato più di quanto immagini".

Le parole di Massimo Moratti

"E' stato un grande protagonista della storia dell'Inter: ha vinto una coppa europea molto importante, gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato - ha detto Massimo Moratti all'Ansa - E' stato un tecnico gentiluomo verso il quale provavo grande stima e affetto. La telefonata con la quale la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso".

SERIE A: SCELTI PER TE