Fonseca dopo Napoli-Roma: "Reazione positiva. La società? Non cerco alibi"

ROMA
©LaPresse

L'allenatore portoghese al termine del ko del San Paolo: "Rispetto al match contro l'Udinese ho visto un altro atteggiamento. Dobbiamo ripartire da qui: abbiamo ancora molto da giocarci in questa stagione"

NAPOLI-ROMA: GOL E HIGHLIGHTS

Terza sconfitta consecutiva, quarto posto sempre più lontano: il campionato della Roma si è velocemente ridimensionato alla difesa dell'Europa League, ma Paulo Fonseca non fa drammi. "Oggi ho visto un'altra Roma", le parole dell'allenatore giallorosso ai microfoni di Sky Sport dopo il ko di Napoli. "Abbiamo giocato con un altro atteggiamento rispetto alle ultime uscite, con un altro spirito. Il risultato è negativo, ma sono più fiducioso ora rispetto a quanto visto contro l'Udinese". La situazione della squadra e attorno alla squadra resta però delicata. "Non mi piace avere alibi", Fonseca dribbla le domande sulle questioni societarie. "In quanto allenatore devo essere il primo a mantenere l'equilibrio in questo momento: abbiamo altre otto partite, l'Europa League, dobbiamo lavorare per raddrizzare questi ultimi risultati".

"Mancano i leader? No, spogliatoio forte"

leggi anche

Roma, Fienga: "Il futuro dei big? Decide l'azionista"

Tra le scelte tecniche del match del San Paolo, ha colpito l'assenza dal primo minuto di Carles Perez, tra i migliori in campo contro l'Udinese. "Non possiamo dimenticare che si gioca ogni due giorni", sottolinea Fonseca. "Carles non era nella migliore condizione fisica. Il passaggio alla difesa a tre? Abbiamo lavorato bene con questo sistema: non rende la squadra più difensiva, ma più sicura difensivamente. Dopo questa partita non sarà mia intenzione cambiare ancora, bisogna ripartire da qui". Secondo l'allenatore, il calo di risultati non dipende nemmeno dall'assenza di forti personalità all'interno del gruppo. "Noi abbiamo dei grandi leader in spogliatoio", chiude Fonseca. "Dzeko, Pellegrini, Kolarov, Perotti. Tanti giocatori con tanta esperienza, questo non è un problema. Dopo queste due sconfitte abbiamo parlato e vogliamo ritornare a essere la squadra di prima, capace di vincere ed esprimere un buon calcio. Ho visto una squadra molto motivata contro il Napoli: l'imporante è ritrovare equilibrio".

SERIE A: SCELTI PER TE