Squalificati Serie A, decisioni del Giudice Sportivo per la 32^ giornata: 4 turni a Patric

Serie A

Il Giudice Sportivo ha fermato per quattro turni Patric dopo l'espulsione per il morso dato a Donati nella sfida tra Lecce e Lazio. Al difensore biancoceleste anche 10 mila euro di multa

LAZIO-SASSUOLO LIVE

Quattro giornate di squalifica e 10 mila euro di multa: questa la sanzione che il Giudice Sportivo ha deciso di infliggere a Patric per il morso a Giulio Donati. Un gesto che aveva portato all'espulsione del difensore biancoceleste nel concitato finale di partita tra Lecce e Lazio. Il giudice Gerardo Mastrandrea ha parlato nel comunicato di "un morso al braccio di un avversario, senza procurargli conseguenze lesive, infrazione rilevata dal VAR". Patric sarà dunque costretto a saltare le prossime quattro partite di campionato, che vedranno la squadra di Simone Inzaghi impegnata contro Sassuolo, Udinese, Juventus e Cagliari e rientrerà in occasione della gara contro l'Hellas Verona, alla terzultima giornata di Serie A.

Patric, Donati e la pace su Instagram

vedi anche

Gli highlights di Lecce-Lazio

Nonostante il nervosismo del campo e il brutto gesto del difensore della Lazio, al Via del Mare c'è subito stata la pace poi sancita definitivamente sui social. Lo stesso Donati, nel post-partita, aveva dichiarato di aver perdonato Patric dopo aver ricevuto le scuse già negli spogliatoi. Il difensore della Lazio, successivamente, ha anche pubblicato una storia su Instagram: "Donati, ti chiedo scusa per il gesto che ho fatto. È stata mancanza di lucidità. Intanto ti faccio un grosso in bocca al lupo a te e alla tua squadra per il prosieguo del campionato", le parole di Patric. Prontamente è arrivata la risposta del giocatore del Lecce: "Sono cose che in momenti di alta tensione possono capitare, quando uno capisce l'errore e chiede scusa la cosa resta in campo senza rancore. Le emozioni sono il bello di questo sport, nel bene e nel male".

Multe per Caicedo e Immobile. In tre in diffida

vedi anche

Gli highlights di Milan-Juve

Non solo Patric, anche Immobile e Caicedo dovranno pagare delle multe. Il capocannoniere del campionato è stato ammonito per proteste e a lui è stata inflitta un'ammenda di 1500 euro, "sanzione aggravata perché capitano della squadra". Per Caicedo, invece, 2000 euro di ammenda "per aver simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria". Per il resto da segnalare l'entrata in diffida di Bennacer e Rebic del Milan e di Petriccione del Lecce. 

SERIE A: SCELTI PER TE