Roma, il cambio modulo di Fonseca ha dato spazio alla creatività

Serie A
Angelo Mangiante

Angelo Mangiante

Il cambio di modulo deciso da Fonseca ha dato i suoi frutti: c'è più creatività e maggior rifornimento dagli esterni con il 3-4-2-1, con alcuni giocatori come Kluivert e Under che non trovano più spazio nel nuovo sistema di gioco. Una situazione che avrà conseguenze anche nel prossimo mercato giallorosso

CALCIOMERCATO, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Bocciatura senza appello per Kluivert e Under. Abolizioni degli esterni alti, inutili perché poco prolifici, e nuovo sistema di gioco. Il ribaltone tecnico voluto da Fonseca ha permesso alla Roma di ripartire con due vittorie di fila, 5 gol fatti e uno solo subito.

 

Nel nuovo 3-4-2-1, i rifornimenti esterni arrivano sulle fasce, in cui si alternano i vari Kolarov, Spinazzola, Zappacosta o Bruno Peres. Mentre l'elemento nuovo legato all'attacco riguarda i due trequartisti alle spalle di Dzeko. Possono essere Pellegrini e Mkhitaryan, come accadrà con il Verona, o in alternativa Carles Perez e Zaniolo, che tornerà a giocare dal primo minuto contro la Spal e ha già dimostrato con il gol a Brescia di adattarsi benissimo al 3-4-2-1, sapendosi accentrare e puntare la porta. Soluzioni finalmente diverse, adottate da Fonseca per sgravare la squadra da una limitante Dzeko-dipendenza. Aumentando quella creatività ormai esaurita nel precedente 4-2-3-1, diventato troppo prevedibile per gli avversari.

approfondimento

Fonseca: "Più aggressivi con il nuovo modulo"

Una scelta tecnica che avrà risvolti sul mercato. L'arrivo di Pedro dal Chelsea aumenterà le opzioni in attacco, mentre Kluivert e Under saranno ceduti, così come Perotti e Pastore. Mentre Schick e Florenzi, in prestito, non rientrano nei piani tecnici di Fonseca.

 

Una nuova proposta offensiva, decisamente più brillante, che accompagnerà la Roma nelle ultime 6 giornate di campionato. Cercando quella continuità di rendimento fondamentale per arrivare al top ad agosto in Europa League.

SERIE A: SCELTI PER TE