Spal-Inter, Di Biagio: "Sarò l'ultimo a mollare. Serve più spregiudicatezza"

Serie A
Twitter Spal

L'allenatore ha parlato in vista della sfida con i nerazzurri: "In allenamento la squadra dà tutto, poi in partita si spaventa. Serve essere più spregiudicati". Poi sul futuro: "Fino a due giorni fa si parlava della mia permanenza. Andare via mi dispiacerebbe"

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

SPAL-INTER LIVE

Ultimo posto in classifica, undici punti dalla zona salvezza. La Spal si prepara ad ospitare l'Inter, consapevole che contro i nerazzurri servirà un'impresa: "Una reazione sarebbe doverosa - ha puntualizzato Di Biagio in conferenza stampa - purtroppo con il Genoa (sconfitta per 2-0) non l'abbiamo avuta". La retrocessione sembra vicina, ma nessuno si è rassegnato: "Anche perché  ragazzi in settimana danno certi segnali - ha continuato l'allenatore - poi in partita si spaventano e questo non va bene. Bisogna essere più spregiudicati. Purtroppo hanno influito in negativo i punti persi con Milan e Cagliari". Nelle ultime ore sono arrivare anche le parole del presidente Mattioli, che ha espresso tutta la sua delusione per gioco e risultati: "Ha ragione, possiamo giocare meglio. Futuro? Fino a due giorni fa si parlava della mia permanenza, poi le cose possono cambiare. Mi dispiacerebbe non poter restare, con l'ambiente si è creata una bella intesa. Dobbiamo metterci l'anima per lottare fino alla fine, cercando almeno di non arrivare ultimi".

"Non scappo"

vedi anche

Conte: "Spal ultima? Conterà l'atteggiamento dell'Inter"

Di Biagio ha le idee chiare dunque: "Se ho pensato di farmi da parte? Sarò l'ultimo ad andare via da questo centro sportivo - ha ribadito - resterò qui fino all'ultima di campionato, a prescindere dai risultati. Non aspettatevi che scappi, non è una possibilità che conosco". Tutto ok anche con lo spogliatoio: "Non mi sento tradito da nessuno, i ragazzi in allenamento danno il massimo. Dobbiamo giocare meglio, perchè le mie squadre sono sempre riuscite a farlo. Non possiamo far finire la stagione in questa maniera, per rispetto della città e dei tifosi. Bisogna dare un messaggio a tutti loro, ma sul campo. Mi sono stancato di dire sempre qualcosa di positivo. Bisogna parlare meno e pedalare di più". Infine sulla formazione: "Fares e Valoti stanno male e quindi non li schiererò.  Di Francesco se starà bene giocherà titolare. Oppure lo farò entrare a gara in corso. Rispetto a una settimana fa sta molto meglio".