Roma, comunicato sulla cessione: Dan Friedkin e Pallotta hanno firmato il preliminare

ROMA

Per la cessione del club giallorosso è ormai fatta: nella notte tra mercoledì e giovedì è stato firmato il preliminare d'acquisto tra il Gruppo Friedkin e il Gruppo Pallotta. Tecnicamente mancano altri passaggi burocratici, poi Friedkin entro fine agosto potrà diventare ufficialmente il nuovo presidente della Roma. Pallotta: "Saranno dei grandi proprietari"

ROMA, CLOSING DAY LIVE

La firma del preliminare d’acquisto per la cessione della Roma dal gruppo di James Pallotta a quello di Dan Friedkin è arrivata nella notte tra mecoledì 5 e giovedì 6 agosto. La Roma lo ha annunciato in un comunicato diffuso in mattinata. Si tratta di un'operazione da circa 591 milioni di euro, che dovrebbe essere formalizzata entro la fine di agosto. Il "re della Toyota" negli States era stato a un passo dalla firma già a gennaio, dopo che i suoi legali erano arrivati in Italia per definire i dettagli e portare un’offerta che superava i 700 milioni di euro, la più alta mai presentata per l’eventuale vendita di un club italiano. Dopo il coronavirus, però, la cifra è scesa. 

Il comunicato della Roma

"AS Roma annuncia la sottoscrizione di un accordo vincolante di acquisto di azioni con The Friedkin Group, Inc. ("Friedkin") ai sensi del quale, tra le altre cose, AS Roma SPV cederà a Friedkin la sua partecipazione di controllo detenuta nel club e alcune attività correlate, compresi i fondi che ha messo a disposizione del club per supportare la sua prevista capitalizzazione, e Friedkin assumerà alcune passività relative al club - si legge nella nota ufficiale -. L'operazione è valutata in circa 591 milioni di euro e dovrebbe concludersi entro la fine di agosto 2020 ed è soggetta a condizioni standard per questo genere di transazioni. In base a determinate condizioni, AS Roma SPV ha il diritto di risolvere gli accordi sottoscritti e trattenere l’importo versato in deposito a garanzia come commissione di risoluzione, nel caso in cui l’operazione non si concluda entro il 17 agosto 2020 o prima di tale data. Inoltre, fatte salve determinate condizioni, sia As Roma che Friedkin hanno il diritto di risolvere l’accordo sottoscritto senza trattenere alcuna commissione di risoluzione, nel caso in cui l’Operazione non si concluda entro il 31 agosto 2020".

Le parole di Pallotta

“Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Friedkin Group per la vendita dell’AS Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del Club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il Club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per la Roma”.

Le parole di Friedkin

Il commento di Dan Friedkin: "Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia della Roma".

Cessione Roma, ora cosa manca?

Tecnicamente, prima del closing ci saranno ancora dei passaggi burocratici: entro fine agosto, come si legge nel comunicato del club giallorosso, Friedkin dovrebbe insediarsi ufficialmente come nuovo presidente.

 

Chi è Dan Friedkin?

Dopo nove anni, James Pallotta aveva ormai deciso di lasciare nelle mani di un gruppo solido. E certamente questo legato a Dan Friedkin lo è. Si tratta di un gruppo ramificato su più fronti: catene di alberghi di lusso, cinematografiche, automobili con 5mila dipendenti e fatturato altissimo. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche