Juventus, Danilo: "Pirlo? Un piacere lavorare con lui. Identità juventina e idee moderne"

Serie A

Il terzino brasiliano, dal ritiro della propria nazionale, ha esaltato il lavoro del proprio allenatore: "Conosco il suo lavoro da poco, ma mi piace molto. Grande cura dei dettagli e calcio moderno, molto simile a quello che ho già giocato al Manchester City. Un piacere lavorare con un allenatore della sua importanza"

La nuova Juventus di Andrea Pirlo è nata da poco meno di due mesi, ma sembra già cogliere i primi frutti, almeno nell'entusiasmo dei calciatori bianconeri. All'elenco dei giocatori soddisfatti dalla gestione Pirlo si aggiunge anche Danilo che, dal ritiro della nazionale brasiliana, esalta il lavoro del proprio allenatore: "Conosco il suo lavoro da poco, ma mi piace molto. E' arrivato con un'identità juventina di curare tutti i dettagli e questo è molto importante nel calcio. E' un piacere lavorare con un allenatore della sua importanza, che ha un'idea di calcio molto attuale e moderna, basata principalmente su possesso palla, pressing alto e movimenti molto veloci: ero abituato a questo tipo di gioco al Manchester City e questo mi ha aiutato molto. Sono molto soddisfatto, basta vedere i dati delle mie prime partite, ma voglio continuare a imparare da lui e il suo staff".

"Covid? Negativo a tutti i test, mi sento sicuro"

leggi anche

Fine isolamento, Bonucci e Chiellini a Coverciano

Danilo ha poi analizzato la situazione Covid che ha coinvolto la Juventus negli ultimi giorni, con due positivi nello staff tecnico e la squadra costretta a osservare un periodo di isolamento fiduciario. Una volta ottenuto il via libera, il terzino brasiliano ha raggiunto la nazionale brasiliana: "Sia ben chiaro che sono risultato negativo a tutti i test, anche quelli effettuati appena arrivato in Brasile. E' una situazione che richiede un'interpretazione, ma la scelta di venire a rappresentare la nazionale è stata personale. Dal momento in cui mi sono sentito sicuro, con tutti i test negativi, sono partito verso il Brasile".

"Obiettivo? Giocare con continuità e arrivare ai Mondiali"

leggi anche

Italia-Moldavia, LIVE

Infine, il terzino brasiliano ha analizzato il suo momento anche in ottica nazionale, in vista dei prossimi Mondiali: "Far parte del prossimo ciclo del Brasile è un mio obiettivo e lavoro per essere presente ad ogni chiamata, con l'ambizione di esserci anche alla prossima Coppa del Mondo. Dal punto di vista personale, sto vivendo un periodo della mia carriera nel quale sono più interessato a costruire, a toccare molto la palla e cercare di fornire palloni puliti a centrocampisti e attaccanti. Io erede di Cafu e Dani Alves? La mia posizione ha sicuramente una grande storia nella nazionale brasiliana, ma non sono un nuovo arrivato. Mi trovo in un momento molto importante della mia carriera e voglio aiutare la squadra, giocando con continuità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche