Juve, 13 i nazionali in giro per il mondo. Pirlo aspetta Dybala e Chiesa

Serie A
Paolo Aghemo

Paolo Aghemo

In attesa di ritrovare il gruppo al completo, una buona notizia per Pirlo arriva da Bernardeschi, pronto a rientrare. Per il prossimo impegno, contro il Crotone, non ci sarà ancora Alex Sandro ma i bianconeri potranno contare sul ritorno di Dybala e sul nuovo arrivato Chiesa

Una settimana di fuoco. Qualche ora di riposo ancora e poi si riparte. Anche se mezza Juve non si è mai fermata. Sono 13 i nazionali in giro per il mondo. Il resto del gruppo si ritrova al training center dopo il weekend.

Si comincia con una buona notizia per Pirlo che ritrova Bernardeschi pronto a rientrare in gruppo dopo che si era fermato il 2 settembre in nazionale per una lesione muscolare alla coscia sinistra. Ci sarà ancora da avere un po' di pazienza invece per Alex Sandro.

approfondimento

Ramsey nuovo "acquisto": con Pirlo è un titolare

Non vede l'ora di giocare Dybala. Sarebbe stato titolare con il Napoli e ha saltato la prima sfida dell'Argentina con l'Ecuador per una gastroenterite. Adesso punta la partita in Bolivia per tornare in campo. A Torino si rivedrà con gli altri 12 nazionali a metà settimana. Quando l'appuntamento che coinvolgerà tutta la Juventus sarà all'Allianz Stadium dove è in agenda l'assemblea degli azionisti.

 

C'è da approvare il bilancio al 30 giugno 2020 che segna una pesante perdita di 90 milioni di euro ne risente degli effetti negativi sui ricavi e i costi della crisi aperta dal Covid 19. A fine settimana arriverà il giorno di Chiesa con il primo allenamento da bianconero insieme ai compagni. Il suo entusiasmo servirà a pensare meno alle difficoltà della vigilia perché Pirlo avrà poco più di 24 ore per preparare la partita di Crotone con tutto il gruppo al completo. Una settimana di fuoco e la Juve spera di non scottarsi.