Lazio, Muriqi: "Giocare con Immobile è un sogno". Hoedt: "Sono più maturo"

presentazioni
@OfficialSSLazio

L'attaccante si presenta: "Un onore essere nella prima squadra di Roma, voglio essere grande quanto questo club. Io e Immobile insieme? Un sogno". Parla Hoedt: "Un errore aver lasciato questo club, ma ora sono più maturo. Inzaghi decisivo nella scelta di ritornare"

SAMP-LAZIO LIVE

Idee chiare, tanto entusiasmo e voglia di confrontarsi al più presto in campo. Vedat Muriqi, attaccante classe 1994 che la Lazio ha acquistato dal Fenerbahce, si è presentato a suoi nuovi tifosi in conferenza stampa: "Essere alla Lazio è un onore, cercherò di dare il massimo ed aiutare la squadra. Sono in uno dei club più grandi d'Italia e nella prima squadra di Roma, voglio essere grande quanto la Lazio e farò del mio meglio per essere all'altezza". Muriqi che risponde così a una domanda sul paragone con Ibrahimovic: "Non mi interessano i paragoni, voglio essere il Vedat Muriqi della Lazio. Ci sono molte differenze tra il campionato italiano e turco, farò del mio meglio per raggiungere i nostri obiettivi. In Turchia ho segnato molto, non voglio però avere troppa pressione addosso. Preferisco il gioco di squadra, il mio obiettivo è solo quello di aiutare i miei compagni". L’attaccante kosovaro è entusiasta al pensiero di poter giocare al fianco di Immobile: "Non vedo l'ora di giocare insieme a lui, per me è come vivere un sogno. Cercherò di imparare da lui. Tante offerte? Ho scelto questa realtà perché credo che il mio stile di gioco possa esaltarsi qui, nonostante le tante offerte ricevute. Anche la presenza del ds Tare ha influito nella mia scelta. Il derby? Conosco la storia di questa gara, non vedo l'ora di viverlo. Ho ricevuto molti messaggio dai tifosi biancocelesti, mi hanno fatto piacere".

Hoedt: "Ora sono più maturo, Inzaghi decisivo nella scelta di tornare"

leggi anche

Derby, c'è Leao. Juve, Chiesa scalpita: probabili

Insieme a Muriqi è stato presentato anche un altro nuovo acquisto biancoceleste, Wesley Hoedt, difensore olandese che ha già indossato la maglia della Lazio dal 2015 al 2017: "Inzaghi mi ha chiamato qualche settimana fa, è stato molto importante nella mia scelta di tornare. So che ci sono dubbi ma darò tutto per questa maglia. Torno con più esperienza, ho giocato molte partite in più in tre Paesi diversi, dove ho imparato molte cose". Hoedt ha poi proseguito: "Mi sento sicuramente migliorato e maturato rispetto alla mia prima avventura in biancoceleste. Adesso non voglio pensare al passato, guardo solamente avanti e fare bene. Ho sbagliato a lasciare la Lazio, ora però sono felice di avere l'occasione per cambiare tutto. Mi sento pronto anche a scendere in campo subito, devo solo ritrovare il ritmo partita. Posso giocare su tutte le posizioni, mi metto a disposizione della squadra", ha concluso.

Tare: "Muriqi completa reparto già forte. Hoedt sarà molto utile"

leggi anche

Serie A, la presentazione della 4^ giornata

"La trattativa per portare Muriqi a Roma è stata lunga, siamo felici di aver portato a termine il suo acquisto. Vedat completa un reparto già molto forte, con calciatori importanti che hanno contribuito a portare in alto la squadra. Quest'anno giocheremo ogni tre giorni, per questo il suo acquisto ci aiuterà a raggiungere i nostri traguardi", ha affermato il ds della Lazio Tare. Che ha parlato così di Hoedt: "Il suo non è un nome nuovo per noi. Il suo acquisto è stato condiviso da me e Inzaghi: cercavamo un difensore che conoscesse la Serie A e la lingua italiana. Ci sono stati punti di domanda sul suo arrivo ma sono contento che porterà entusiasmo e sarà molto utile alla nostra squadra".