Gasperini: "Basta parlare del Papu". Gomez convocato per Juventus-Atalanta

ATALANTA

Le parole dell'allenatore nerazzurro sul caso Gomez alla vigilia del match contro la Juventus: "Si è già detto abbastanza, a questo punto parliamo anche di tutti gli altri. Da parte mia basta, io penso solo ad affrontare al meglio le partite". L'argentino è fra i convocati per la Juve, assente invece Ilicic

ATALANTA-ROMA: PAPU GOMEZ NON CONVOCATO

Nella 12^ giornata di campionato l'Atalanta andrà a Torino a sfidare la Juventus, ma a tenere banco in casa nerazzurra è sempre la questione legata alla frattura tra Gian Piero Gasperini e il Papu Gomez dopo il duro confronto avvenuto nell'intervallo della gara di Champions contro il Midtjylland. Alla viglia del match contro i bianconeri, inevitabilmente in conferenza stampa Gasperini ha affrontato il discorso: "Mercoledì abbiamo giocato e vinto ad Amsterdam con il Papu in campo - ha detto l'allenatore -, domenica abbiamo battuto la Fiorentina senza di lui. Nel frattempo siamo stati sorteggiati con il Real Madrid negli ottavi di Champions e domani in campionato affronteremo la Juventus. Direi che c'è tanta carne al fuoco. Io devo pensare a tutto questo e a trovare la soluzione migliore per le partite. Voi fate tutte le considerazioni che volete, ma da parte mia basta. A questo punto, per rispetto di tutti, parliamo anche degli altri, da Gollini a Zapata. Per il resto sono stato chiaro, posso scegliere se far giocare uno o l'altro, se sostituire uno o l'altro. Non chiedetemi altro, direi che si è già detto abbastanza. Se il Papu sarà convocato? Da parte mia non cambia nulla, se non ci sono problemi di altro tipo...". Convocazione che alla fine è regolarmente arrivata: c'è anche il nome del Papu fra i 23 per Torino, manca invece quello di Ilicic. Torna Miranchuk, guarito dal Covid.

"Mi piace il percorso intrapreso dalla Juve"

ATALANTA

Papu Gomez: "Quando andrò via saprete la verità"

Non solo Gomez, Gasperini aveva parlato delle condizioni di alcuni suoi giocatori, a partire da Ilicic: "Fino a ieri non si era allenato perché ha dei problemi alla gola. Miranchuk invece è risultato negativo e oggi fa il primo allenamento. Pasalic non è disponibile". Idee chiare sulla Juventus: "Hanno cambiato allenatore e aggiunto nuovi giocatori e devo dire che mi piace molto il percorso intrapreso da Pirlo, intendo come squadra. Erano già forti, ultimamente hanno vinto partite importanti come il derby e contro il Barcellona. Forse sarebbe stato meglio affrontarli prima... C'è la sensazione che ogni squadra si stia mettendo a posto, c'è più continuità. Rispetto a quella dell'anno scorso, sarà una gara diversa perché ci affrontiamo in un momento completamente differente. Era fine stagione, alle soglie della final eight di Champions, e noi eravamo secondi. Ora siamo solo alla 12^ giornata. Sarà una partita importante per misurarci: negli anni siamo cresciuti, le prime partite a Torino erano diverse da quelle dell'ultimo periodo. Contro squadre forti come la Juve bisogna sempre cercare di avere un piano A e un piano B”.

 

"Il Real? Peccato non giocare al Bernabeu"

CHAMPIONS

Real ai raggi X: tutto sull'avversaria della Dea

In chiusura Gasperini ha commentato il sorteggio di Champions League. Agli ottavi di finale l'Atalanta se la vedrà con il Real Madrid: "Come prima cosa ho pensato che è un peccato non giocare al Bernabeu. Avere la possibilità di andare in uno stadio prestigioso, così come abbiamo fatto contro Liverpool e Ajax. Poi ho pensato che è un peccato non avere i nostri tifosi. È in ogni caso motivo di grande orgoglio e prestigio poter affrontare il Real Madrid e portarlo a Bergamo, e non per un'amichevole estiva...".