Gazidis: "Milan senza limiti. Pioli rende ogni cosa facile, Ibra migliora tutti"

MILAN

L'ad rossonero ha parlato del momento del club e ha elogiato il lavoro di Pioli: "Stiamo facendo un percorso e vogliamo rendere orgogliosi i tifosi. L'allenatore è un uomo di una profondità straordinaria, rende ogni cosa semplice e apprezzo il suo modo di lavorare e di porsi". Sul rinnovo di Ibra: "Non dipende solo da noi. E sul mercato non prenderemo qualcuno tanto per farlo, c'è un equilibrio da preservare"

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN TEMPO REALE

Tanto orgoglio per un 2020 calcisticamente straordinario, terminato in vetta alla classifica di Serie A, e la consapevolezza di aver intrapreso il percorso giusto per raggiungere l'obiettivo di una crescita continua. Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, nel corso di una lunga intervista concessa a La Gazzetta dello Sport ha spiegato i motivi della rinascita rossonera: "Innanzitutto occorre chiarire che il nostro obiettivo è rendere orgogliosi i tifosi - ha esordito il CEO -, stiamo facendo un percorso e non abbiamo un traguardo prefissato. Sappiamo che se, anche per un attimo, dovessimo sentirci appagati, a quel punto saremmo morti. Per questo è necessario rimanere umili: faremo degli errori, ma da quelli impareremo. Ibra ha parlato di scudetto? Io dico che la stagione è lunga e non voglio porre limiti ai sogni dei giocatori e dei tifosi. Credere nelle nostre potenzialità e inseguire i sogni è importante, ma avere dei sogni senza lavoro, preparazione e gioco di squadra equivale a non avere possibilità. Con questi ingredienti, allora tutto è possibile".

I meriti di Pioli e Maldini

leggi anche

Supereroe di un Milan perfetto: il 2020 di Pioli

Gran parte dei meriti per i risultati del Milan va a Stefano Pioli, che al termine della scorsa stagione sembrava destinato a dover lasciare il posto a Ralf Rangnick: "L’allenatore è stato bravo a non dar peso a ciò che gli stava accadendo intorno - ha proseguito Gazidis - e, in effetti, la soluzione giusta ce l’avevamo sotto il naso. È un uomo dotato di una straordinaria profondità, è arrivato al Milan in un momento molto complicato e aveva una sfida difficile davanti a sé. Ma lui fa le cose in maniera semplice, fa sembrare tutto facile anche quando non è così. E questa cosa mi ha impressionato. Apprezzo molto il suo modo di lavorare e anche come si pone fuori dal campo, lo stile è importante. Per lui adesso non è importante avere un obiettivo fisso di classifica, non vogliamo imporre questo. Bisogna fare valutazioni complessive. Per noi è più importante vedere il progresso verso l'obiettivo, che è darci un futuro all'altezza". Determinante anche Paolo Maldini, che ha allestito la rosa che al momento è in vetta alla classifica: "Paolo rappresenta la storia del Milan - ha aggiunto l'ad rossonero -, ma non è questo il motivo per cui credo in lui. Maldini guarda avanti, lavora con passione, umiltà e intelligenza. È il punto di riferimento di un settore che lavora nella maniera giusta in tutte le sue componenti".

Il rinnovo di Ibra e degli altri big

MILAN

Maldini: "Continuiamo a sognare, Pioli un grande"

Infine inevitabile parlare di alcuni singoli, a partire da Zlatan Ibrahimovic. Gazidis ha spiegato che la permanenza del campione svedese, in scadenza di contratto a fine stagione, non dipende soltanto dalla volontà del club: "Non abbiamo ancora parlato del rinnovo. Sarà una decisione non solo della società, ma anche sua. È una persona speciale, ha motivazioni straordinarie e grande intelligenza. Già a gennaio 2019 avevamo provato a prenderlo, ma all'epoca ci disse che la sua storia con i LA Galaxy non era ancora terminata. Ibra ti sfida a dare sempre di più e in questo modo fa migliorare tutti, i giocatori e il club. E, a questi livelli, trovare un 5% in più dentro di sé fa la differenza. Si parla spesso di Zlatan, ma il nostro segreto è il collettivo. La sua assenza ha rafforzato la squadra, che si supporta. Ognuno lotta per l'altro". Trattative di rinnovo riguardano anche altri due giocatori fondamentali per i rossoneri, Gigio Donnarumma e Hakan Calhanoglu: "Le discussioni procedono e non c'è alcun dubbio sulla loro professionalità, questo è fondamentale. L'ambiente è molto positivo". Chiusura sul mercato: "Rinforzi a gennaio? In questa squadra c'è un equilibrio abbastanza magico da preservare. È necessario pescare le persone giuste e non prendere qualcuno tanto per farlo. Maldini è intelligente e sensibile, sa mantenere gli equilibri".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.