Pioli dopo Milan-Juventus: "Sconfitta fa male, ma tenuto testa a chi vince da anni"

milan

L'allenatore rossonero non fa drammi dopo la sconfitta nel big match di San Siro: "Non ci devono essere rimpianti dopo una partita del genere, ai ragazzi ho dato una pacca sulla spalla perchè se la meritavano. Abbiamo tenuto testa con convinzione e forza a chi vince da nove anni". E sul ritorno di Ibra: "Valutiamo per domenica, credo sarà disponibile per quella successiva"

MILAN-JUVENTUS 1-3, GOL E HIGHLIGHTS

Il Milan perde per la prima volta in campionato. A San Siro passa la Juventus per 3-1, un risultato che però non toglie il primo posto in classifica ai rossoneri, anche in virtù delle altre partite giocate nel pomeriggio. C'è un po' di rammarico in Stefano Pioli, intervenuto al fischio finale ai microfoni di Sky Sport: "La sconfitta fa male, per noi era un'occasione, ma la partita è stata equilibrata. La Juventus è stata più brava di noi nel realizzare il gol del 2-1 e cambiare l'inerzia della gara. Loro hanno fatto meglio in alcuni momenti, così come noi lo abbiamo fatto in altri, ma quella rete ha indirizzato la sfida e poi non siamo più riusciti a riprenderla. Era tanto che non vivevamo le sensazioni di una sconfitta, ho dato una pacca sulla spalla ai ragazzi perchè se la meritavano. Non ci devono essere rimpianti dopo una partita del genere, la prestazione c'è stata e adesso dobbiamo tenere subito la testa alta perchè tra tre giorni abbiamo un'altra partita importante".

"Ibra? Valutiamo per domenica, ci sarà per quella successiva"

leggi anche

Pirlo: "Ho visto lo spirito di chi vuol comandare"

Diverse anche le assenze, soprattutto a centrocampo, che hanno costretto Pioli a schierare una formazione un po' inedita: "Sette assenze sono tante, ma non abbiamo perso la nostra identità. La squadra ha scoperto stanotte che non ci sarebbero stati alcuni giocatori e poteva spaventarsi, ma non abbiamo avuto paura e abbiamo tenuto il campo bene. La Juventus ha vinto nove scudetti, ha grande qualità, ma abbiamo tenuto testa con convinzione e forza. Giochiamo ogni singola partita con grande determinazione, spero di ritornare ad avere maggiore scelta al più presto". Tra gli assenti ovviamente Zlatan Ibrahimovic, pronto però al rientro in campo: "Sta meglio, anche se la prossima partita è tra tre giorni e le sue condizioni sono da valutare. Credo che per la gara successiva a Cagliari ci sarà, mi auguro di recuperare lui e altri giocatori".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.