Ibra, un anno fa il gol dopo il ritorno al Milan contro il Cagliari. VIDEO

UN ANNO FA
©LaPresse

Appena tornato a disposizione di Pioli, il fuoriclasse svedese tornerà a trascinare i compagni come accadde un anno fa. Era l'11 gennaio 2020, suo il gol del definitivo 2-0 al Cagliari dopo il ritorno al Milan. Da allora il bilancio recita 22 reti tra tutte le competizioni per l'infinito Ibrahimovic

"L'importante è che mi senta bene, poi i gol arriveranno. Mi sento bene, solo che il mister (Pioli, ndr) vuole stare attento. Mi sa che pensa alla mia età, ma non ci sono problemi". Parole che potremmo trasferire all’attualità, ma in realtà Zlatan Ibrahimovic raccontava così un anno fa. Era l'11 gennaio 2020 quando il fuoriclasse svedese, tornato da pochi giorni al Milan a distanza di quasi 8 anni, segnava il definitivo 2-0 al Cagliari. Il primo gol dal suo ritorno al Diavolo: assist di Theo Hernandez e girata vincente col sinistro, dinamica che da allora abbiamo visto e rivisto più volte. Oggi 39enne e appena tornato a disposizione di Pioli, Ibra è pronto a trascinare i compagni come ha fatto nel suo straordinario 2020. Curiosamente, dopo quel gol al Cagliari, Zlatan aggiungeva: "Bisogna lavorare e soffrire, alla fine torna tutto indietro. Il mio rinnovo? Mi sa che sarà difficile, dovrei vincere il campionato". Il rinnovo è arrivato in estate, lo scudetto no. Ma a distanza di un anno è il Milan a dominare in Serie A.

epa08119830 Milan's Zlatan Ibrahimovic (C) scores during the Italian Serie A soccer match between Cagliari Calcio and AC Milan at Sardegna Arena stadium in Cagliari, Italy,11 January 2020.  EPA/FABIO MURRU
ITALY SOCCER SERIE A - ©Ansa

I numeri di Ibrahimovic

approfondimento

Leao-Kessié, il Milan riparte subito: 2-0 al Toro

Dal suo ritorno al Milan, il centravanti svedese ha segnato 22 gol e servito 7 assist in 31 gare disputate tra tutte le competizioni. La fetta più larga del suo bottino è stata registrata in Serie A con 20 centri, equamente divisi tra lo scorso campionato e il torneo attuale. A impressionare è tuttavia la differenza del saldo tra le due stagioni: se Ibra aveva segnato 10 volte in 18 presenze (1.364 minuti totali) nella scorsa Serie A, Zlatan ha accumulato più gol (10) che presenze (7) nel campionato in corso. La sua spaventosa media gol recita una rete ogni 53 minuti disputati, bilancio frenato prima dalla positività al Covid-19, poi dall’infortunio (lesione al bicipite femorale della coscia sinistra) dopo la doppietta show al Napoli. E dal versamento al polpaccio del 18 dicembre scorso. È appena tornato nel finale di Milan-Torino, ora vuole ripartire come aveva fatto proprio un anno fa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.