Cagliari-Milan, Pioli: "Theo e Calhanoglu assenze importanti, ma saremo pronti. Ibra c'è"

MILAN

Le parole dell'allenatore rossonero in conferenza stampa in vista della trasferta di Cagliari: "Loro hanno raccolto meno di ciò che avrebbero meritato, dovremo affrontare la gara come se fosse la più importante del campionato. Theo e Calhanoglu saranno assenze importanti, ma raddoppieremo le energie e ci faremo trovare pronti. Mandzukic? Parlo solo dei miei giocatori. Ma il club si farà trovare pronto. E il titolo d'inverno non conta"

CAGLIARI-MILAN LIVE - MANDZUKIC-MILAN, LE ULTIME NEWS

Vincere a Cagliari per continuare la corsa in testa alla classifica e conquistare il titolo di campione d'inverno. Il Milan non vuole sbagliare e nel Monday night della 18^ giornata di Serie A è pronto ad affrontare i rossoblù. Una trasferta da non sottovalutare quella della Sardegna Arena, contro una squadra reduce da quattro ko di fila e con tanta voglia di riscatto. Lo sa bene Stefano Pioli, che ha presentato la partita in conferenza stampa: "Ci aspetta una gara difficile - ha detto l'allenatore del Milan -, contro un avversario molto determinato che ha raccolto meno di quanto meritasse. Dobbiamo affrontare il Cagliari con grande rispetto. Hanno gente come Joao Pedro, Nainggolan e Godin, giocatori forti ed esperti. Dobbiamo essere pronti. È difficile dire se è meglio affrontare questa squadra ora, le partite vanno affrontate sempre con grande rispetto ma anche con grande convinzione. Ci sarà da stringere i denti, bisognerà avere grande concentrazione e voglia di fare bene".

"Theo e Calhanoglu out, raddoppieremo le energie. Ibra è pronto"

CORONAVIRUS

Theo Hernandez e Calhanoglu positivi al Covid-19

In mattinata, però, è arrivata la notizia della positività al Covid di due pedine fondamentali per il Milan, Theo Hernandez e Calhanoglu. Entrambi saranno dunque indisponibili: "Sono assenze importanti - ha proseguito Pioli -, ma questa stagione è così. Le criticità ci sono, possono arrivare da un momento all’altro, dobbiamo farci trovare sempre preparati e attenti. Siamo stati bravi a raddoppiare le energie e le qualità che avrò a disposizione domani ci faranno fare senz’altro una buona gara. Siamo preparati, per quello pretendo dai giocatori di essere sempre pronti, tutti possiamo essere determinanti e aiutare la squadra. Sono criticità che vanno affrontate con grande determinazione. Abbiamo sempre dimostrato grandi energie e abbiamo sempre pensato che queste situazioni potessero essere delle occasioni per dimostrare il nostro valore. La stagione è particolare per tutti, fino a un mese fa avevo tutti a disposizione ma giocando così spesso, soprattutto in una condizione simile, possono succedere queste cose. Il club per questo mi ha messo a disposizione un organico importante sia a livello qualitativo che numerico". Pioli però ritroverà Ibrahimovic, pronto a giocare dal 1' in campionato: "Tutti conosciamo l’importanza e lo spessore di Zlatan, tutto quello che ci può dare. Siamo contenti del suo rientro, ha superato i problemi muscolari, l’ho visto bene ed è pronto per giocare. Credo che la squadra abbia dimostrato di aver delle idee precise, dire che senza Ibra giochiamo meglio mi sembra una cosa che non sta né in cielo né in terra. Ma noi dobbiamo fare bene a prescindere dai singoli".

"Di Mandzukic non parlo. Ma la società si farà trovare pronta"

CALCIOMERCATO

Mandzukic al Milan, 6 mesi di contratto e opzione

Capitolo mercato, Pioli non ha commentato l'interesse per Mario Mandzukic, sempre più vicino ai rossoneri: "Abbiamo una partita molto importante - ha chiarito -, non voglio e non posso commentare di giocatori che non ho a disposizione. Ho molta fiducia nel club e nei dirigenti, lascio a loro il compito. Sappiamo che se ci sarà la possibilità di rinforzare la squadra, la società lo farà. Abbiamo una società che ci tutela e ci stimola, sarà pronta a gennaio se ci sarà la possibilità di migliorare questo organico". Intanto il primo rinforzo è già arrivato: "Meité rende ancora più competitivo un reparto che aveva già una buona solidità, mi è piaciuto molto, sta bene fisicamente e l’ho visto attento e voglioso. Abbina qualità e quantità. Mi è piaciuto anche quando ha parlato, dicendo di essere ambizioso. Per entrare nel nostro gruppo bisogna essere così".

"Il titolo d'inverno conta poco. Vogliamo continuare la nostra corsa"

In chiusura Pioli ha parlato della possibilità di laurearsi campioni d'inverno: "Sappiamo che stiamo facendo un buon lavoro, ma che dobbiamo continuare a farlo. Se dovesse arrivare il titolo di inverno conterebbe poco, dobbiamo essere concentrati sulla partita di domani che presenta molte difficoltà. Dobbiamo pensare a questa gara come la più importante del campionato. Ho sempre avuto fiducia nei miei giocatori, perché sapevo che avevano dei valori morali e tecnici. Gennaio scorso è stato importante, siamo cresciuti tantissimo. Non era facile aspettarsi una crescita così costante, siamo stati bravi a curare ogni dettaglio. Dobbiamo farlo ancora, perché abbiamo molti margini di miglioramento. Ora che siamo saliti su questo treno per un lungo viaggio, vogliamo rimanerci ancora sopra". Infine l'allenatore ha precisato che la squadra non si farà condizionare dal risultato di Inter-Juventus, big match in programma stasera: "Se affrontassimo la partita con una mentalità diversa rispetto al solito faremmo un errore. Noi dobbiamo concentrarci solo sulla nostra partita, che è l’unica che possiamo condizionare. Le altre ci interessano poco, le guarderemo ma penseremo alla nostra perché dobbiamo vincere".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.