Atalanta-Napoli, Gasperini: "Cammino migliore degli anni scorsi. Hateboer non ci sarà"

atalanta

L’allenatore nerazzurro ha parlato in conferenza alla vigilia della sfida col Napoli: "Vogliamo fare bene in campionato, la classifica è molto corta. Qualcuno si aspettava di più da noi, ma per me il cammino dell’Atalanta è superiore a quello degli scorsi anni. Staffetta Zapata-Muriel? Riguardatevi il minutaggio del secondo. Hateboer non ci sarà. Real? Ora pensiamo al Napoli". Poi un saluto a Bellugi: "Ho seguito la sua grande forza"

ATALANTA-NAPOLI LIVE

Dopo la vittoria in casa del Cagliari e a 10 giorni da quella in semifinale di Coppa Italia contro il Napoli, l’Atalanta si prepara al "rematch" proprio contro la squadra di Gattuso. Sfida valida per l’Europa, dato che entrambe sono seste a 40 punti in classifica (il Napoli deve però recuperare la gara con la Juve). Alla vigilia del match di campionato, ha parlato Gian Piero Gasperini in conferenza stampa: "Mi aspetto un buon Napoli, sono una squadra forte. Aver giocato due partite recenti dà qualcosa in più, sono state due belle gare. Stavolta però si ripartirà da capo, vogliamo fare bene in campionato e la classifica è molto corta. Non sarà una partita decisiva, ma comunque importante. Qualcuno si aspettava di più da noi, ma per me il cammino dell’Atalanta è superiore a quello degli scorsi anni. È solo che si nota meno". E sulla possibile staffetta Zapata-Muriel: "Per me dovete controllare le statistiche di Muriel, perché a volte si scrivono inesattezze. Ha giocato 29 gare, partecipa sempre, forse dopo Zapata è quello più impiegato".

"Hateboer assente, Maehle ha un problema. Real? Pensiamo al Napoli"

leggi anche

Serie A, il calendario del turno infrasettimanale

Parentesi poi sulle condizioni di alcuni giocatori: "Come sta Hateboer? Chiedetelo al dottore. So che i tempi sono lunghi, lui avrà il piede bloccato per una decina di giorni. Non penso possa recuperare prima di aprile. Toloi merita di poter essere convocato dall’Italia, è un bene per lui e un successo per noi, è un leader silenzioso. Manderemo in campo la miglior formazione, stanno tutti bene tranne Maehle. Ha preso una contusione sulla gamba, non so se riusciremo a recuperarlo". Poi sulla prossima sfida di Champions contro il Real Madrid: "Si tratta di una competizione difficilissima, dove c’è grande equilibrio. Incontreremo il club più titolato al mondo, hanno tanti infortunati ma questa cosa a turno sta riguardando tutti. Comunque ne stanno recuperando molti, vedremo. Prima dobbiamo pensare al Napoli, ci concentriamo sul campionato. La Coppa Italia per ora l’abbiamo sistemare, era un nostro obiettivo".

"Abbiamo più cattiveria. Bellugi, ammiravo il suo coraggio"

leggi anche

Addio Bellugi, un simbolo del calcio anni Settanta

"Col Cagliari abbiamo segnato alla fine e non accadeva da un po’. È un bel segnale, vedo più cattiveria". Infine un ricordo per Bellugi: "Non l'ho conosciuto da giocatore, ma ho seguito la sua vicenda e il suo coraggio da grande atleta. Forse una volta l'ho incontrato, anche se non ho ricordi particolari da avversari. Mi è piaciuta molto la sua forza dopo l'operazione".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.