Milan, Kessié: "Il derby lo vinciamo noi e torniamo in testa alla classifica"

milan

Il centrocampista rossonero sul derby contro l'Inter: "È ancora presto per parlare di sfida scudetto, ma lo vinciamo noi e torniamo in testa alla classifica. Crediamo nel titolo, il nostro gruppo è cresciuto nelle difficoltà. Ibra insuperabile dal punto di vista tecnico, con quello che ha vinto è normale che mi rubi la leadership. E se c'è un rigore lo tira lui, sarà contento del risultato"

MILAN-INTER LIVE

Si avvicina l'ora del derby. Milan e Inter, dopo tanti anni, sono nuovamente lì in testa alla classifica, a contendersi lo scudetto. Nerazzurri avanti di un punto dopo il sorpasso avvenuto nell'ultima giornata, ma rossoneri che continuano a sognare dopo una fantastica prima parte di stagione. Un derby che vale lo scudetto? Per Franck Kessié è ancora presto: "Mancano ancora tante partite – le sue parole a La Gazzetta dello Sport - E sembra che ci siano tante difficoltà, ma il derby lo vinciamo noi e torniamo in testa alla classifica. Il nostro gruppo è cresciuto nelle difficoltà, lavoriamo sodo e crediamo nello scudetto. In Italia, ormai lo sanno tutti, puoi vincere contro la prima e perdere con l’ultima in classifica. Fasciarsi la testa non serve".

"Ibra insuperabile, se c'è un rigore lo tira lui"

leggi anche

Inzaghi: "Derby da scudetto, spero vinca il Milan"

Una sfida tra campioni, il Milan si affida a Zlatan Ibrahimovic: "Da un punto di vista tecnico è insuperabile e come compagno ti dà sempre qualcosa in più. Ci mette sempre la faccia, non succede spesso di trovare campioni con questa personalità. Mi ruba la leadership? Con tutto quello che ha vinto mi pare logico". E se c'è un rigore... "Lo tira Ibra. E Zlatan sarà contento del risultato”, assicura Kessié. Che spiega anche il soprannome che gli hanno dato nello spogliatoio, quello di 'presidente': “Una volta sono arrivato a Milanello e ho parcheggiato nel posto di Gazidis. Mi hanno detto che non si poteva e ho risposto “Che problema c’è? Sono il nuovo amministratore delegato del Milan'".