Probabili formazioni Serie A della 27^ giornata: ultime news dai campi

Serie A
©LaPresse

Tutte le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Nella Roma torna Dzeko dal primo minuto. Inter senza Vidal: Eriksen si è allenato in gruppo dopo una leggera infiammazione al ginocchio e partirà dalla panchina, pronto Gagliardini. Juve: Kulusevski scavalca Morata. È lui in pole per affiancare CR7. Pioli recupera Calhanoglu, Theo e Rebic. Napoli con probabile staffetta in attacco

CAGLIARI-JUVE LIVE

Riparte la caccia all'Inter: dopo la tre giorni di Coppe siamo pronti per vivere un'altra giornata di campionato interessante. A parte un paio di casi, non ci sono scontri diretti ma ciò non significa risultati scontati. Dai vari ritiri ci sono già un bel po' di indicazioni.
 

Come sempre la squadra degli inviati di Sky Sport è pronta a raccogliere e a giare a tifosi e fantallenatori notizie, indiscrezioni e ipotesi di formazione. Non peridamo altro tempo quindi e diamo uno sguardo alla situazione squadra per squadra

PARMA-ROMA, domenica ore 15

Parma, un assente per reparto

Modifiche in vista per l’XI titolare di D’Aversa: si sono fermati Inglese e Iacoponi. Cornelius invece recupera e sarà a disposizione. Assenza non da poco quella di Kucka, squalificato. In difesa dovrebbe tornare Conti con Gagliolo che scala al centro. Hernani si è allenato col contagocce ma spera di esserci. Pre allertato Grassi per un posto in mediana. Davanti tanti pretendenti: da Cornelius a Pellé a Brunetta. Difficile invece che Karamoh e Gervinho vengano 'panchinati'

Roma, Fonseca rilancia Dzeko dall'inizio

Difesa della Roma perde Smalling: risentimento muscolare per lui, tormentato dagli infortuni in questa stagione. Ibanez, al pari di Dzeko, è tornato regolarmente in gruppo; Kumbulla ha scontato il turno di squalifica e torna a disposizione: c'è anche lui nel terzetto (probabilmente) titolare. Juan Jesus è in isolamento. In mezzo mancherà ancora Veretout ma Fonseca può comunque pensare a varie soluzioni: la più probabile è Diawara al fianco di Villar. Davanti occhio al ritorno di Edin Dzeko dal primo minuto. Le ultime da Trigoria dicono che sarà il bosniaco a partire dal 1'. Il problema muscolare accusato da Mkhitaryan gli farà saltare Parma e il Napoli.

TORINO-INTER, domenica ore 15

Torino, Nicola recupera un po’ di gente

Tamponi negativi per Buongiono Murru, Baselli, Linetty, Bremer e, ultimo in ordine di tempo, Belotti. C’è però chi resta indisponibile causa Covid ma che da un momento all’altro può negativizzarsi. Nicola vorrebbe schierare in difesa Izzo, Nkoulou e Bremer. Dei tre solo il primo è certo del posto. In mediana c’è Rincon squalificato con Baselli in lizza per ereditare la titolarità del venezuelano. Davanti invece Belotti andrà al massimo in panchina. Sanabria, dopo il gol di settimana scorsa, potrà con tutta probabilità far parte della formazione iniziale

Inter, Eriksen con una leggera infiammazione al ginocchio

Vidal resterà ai box per circa un mese dato che ha deciso di operarsi al menisco. In pole per sostituirlo c'è Gagliardini che al momento è favorito per una maglia da titolare, anche perché Eriksen ha una leggera infiammazione al ginocchio sinistro. Chance per Young anche se Perisic resta davanti al compagno In attacco sempre in pole Lautaro ma la pista Sanchez non è definitamente tramontata.

CAGLIARI-JUVENTUS, domenica ore 18

Cagliari, sono due gli squalificati

Modifiche in vista per la formazione rossoblù. Ci sono da riempire due buchi dato che Lykogiannis e Pavoletti salteranno l'impegno con la Juventus casua squalifica. A sinistra si potrebbe pensare ad Asamoah ma al momento c'è Nandez in pole con Zappa sul versante opposto. L'altro posto vacante verrà preso da Simeone. Cerniera di centrocampo che vedrà ancora Ducan dal primo minuto. Ditero invece sempre favorito il trio Ceppitelli-Godin-Rugani

Juventus, Kulusevski passa in vantaggio

L'eliminazione in Champions ha avuto anche conseguenze 'fisiche' sulla difesa della Juventus. Andrea Pirlo ha infatti perso Demiral per una lesione al polpaccio. Stop di 20 giorni almeno per l'ex Sassuolo. A Cagliari maglia da titolare per Chiellini e Danilo (che in Champions era squalificato). A completare il pachetto di difesa ci saranno de Ligt e Cuadrado. In attacco cambio in corsa. Nelle ultime ore le quotazioni di Kulusevski sono in netta risalita: ora è lui in pole per un posto al fianco di Ronaldo. In mediana coppia centrale formata da Rabiot e Arthur con Chiesa (intoccabile in questo momento) largo a sinistra

MILAN-NAPOLI, domenica ore 20:45

Milan, Pioli recupera Theo e Calhanoglu

Il Diavolo è tornato da Manchester con un ottimo pareggio e con la consapevolezza di essere ancora una squadra che fa sempre paura. Pioli deve chiaramente verificare il livello di stanchezza dei suoi ma può già sorridere per i recuperi di Theo Hernandez e Hakan Calhanoglu, arruolabili per la sfida di domenica sera. Ancora a parte invece Rebic, Romagnoli, Mandzukic, Bennacer e Ibra. Problemi per Calabria: non si è allenato venerdì mattina e sarà sottoposto a controlli. Non è al meglio dopo Manchester e rischia di non esserci. In difesa Tomori viaggia verso un'altra maglia da titolare. Dalot al momento è in pole sulla destra. Trequarti con due dubbi: Castillejo se la gioca con Saelemaekers, Brahim Diaz invece duella con Calhanoglu

Napoli, staffetta in attacco?

Gattuso torna a San Siro contro il Milan ma non potrà contare su Ghoulam, operato in settimana e ovviamente indisponibile. A sinistra Hysaj è favorito su Mario Rui. Al centro invece c'è ancora da decide chi mettere al fianco di Koulibaly (Maksimovic in leggero vantaggio)  mentre Lozano sta migliorando sensibilmente e dovrebbe andare in panchina. Il ballottaggio tra Mertens e Osimhen dovrebbe premiare entrambi. Prevista infatti una staffetta tra i due

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.