Juve, Pirlo in conferenza: "Dybala, McKennie e Arthur non convocati per il derby"

Serie A

L'allenatore bianconero ha comunicato in conferenza stampa la decisione di escludere dalla lista dei convocati i tre calciatori, protagonisti nei giorni scorsi di una festa nell'appartamento del centrocampista statunitense in violazione alle norme anti-Covid

TORINO-JUVENTUS LIVE  -  VIDEO. PIRLO SU DYBALA, MCKENNIE E ARTHUR

C'era tanta attesa per la conferenza pre derby di Andrea Pirlo. Non solo per l'importanza della partita, coi bianconeri che puntano a riscattarsi dopo la sconfitta prima della sosta col Benevento. C'era da fare chiarezza sull'episodio che ha visto protagonisti Dybala, Arthur e McKennie, che avevano partecipato a una festa nell'appartamento del centrocampista statunitense, violando le norme anti-Covid. Pirlo ha preso la parola anticipando tutte le domande: "I tre giocatori coinvolti nell'episodio non sono convocati per la partita di domani e vedremo quando riprenderanno".

"Mia la decisione di non convocarli"

approfondimento

Arthur e Dybala a cena da McKennie: l'episodio

L'allenatore bianconero, ha proseguito spiegando le motivazioni che hanno portato a questa decisione: "La decisione di non convocarli l'ho presa io, la società ha fatto il resto. Questo di sicuro non era il momento giusto per fare una cena fino a tardi, sia perché era a due giorni da una partita e sia per rispetto di chi rispetta le regole. Quest'anno non ci siamo fatti mancar niente, fuori dal campo i giocatori sono liberi di fare ciò che vogliono nei limiti delle regole. La voce si alza in campo per far capire loro certe cose ma fuori sono adulti e vaccinati. Sempre stato così, fin da quando giocavo io. Detto questo parliamo del derby".

"Affrontiamo il derby con rabbia e spirito di rivalsa"

leggi anche

Dybala: "Ho sbagliato, ma non era una festa"

Pirlo ha voluto poi richiamare alla compattezza il gruppo bianconero, in vista di una sfida importante come il derby contro il Torino: "Dovremo affrontare la partita con grande rabbia, perché dopo la sconfitta col Benevento abbiamo voglia di rivalsa. E poi è un derby, che va sempre affrontato con aggressività e voglia di vincere. Non c'è stato un particolare confronto, anche perché i giocatori sono arrivati solo ieri dalle Nazionali, e non tutti utilizzabili a causa del Covid-19. Conosciamo l'importanza della gara e sappiamo cosa è successo nelle settimane precedenti, quindi avremo modo di parlarne da qui a prima della partita col Torino. La Juve è composta da campioni che hanno già affrontato momenti come questo, che non amano perdere e quindi non staranno a guardare. Vogliono dimostrare di essere un gruppo fantastico, con gran voglia di rivalsa e che può fare sicuramente meglio durante le partite".

"Futuro? Lavoro per fare bene e restare alla Juve"

leggi anche

Marchisio: "Juve, resti chi ha voglia di lottare"

L'allenatore bianconero ha affrontato anche il tema obiettivi, che non cambiano nemmeno dopo la sconfitta contro il Benevento: "L'obiettivo è sempre quello di vincere tutte le partite e poi vedere cosa succede sia davanti che dietro. Dopo ogni caduta c'è una grande salita e siamo pronti per prenderla". E riguardo al suo futuro: "Sempre il solito discorso... Io penso a fare bene il mio lavoro ogni partita, poi è chiaro che se perdi dieci partite è giusto che vai a casa. Ma il mio obiettivo è far bene per continuare a lavorare nella Juventus. Nella mia squadra c'è sempre stata unità di intenti. A volte siamo riusciti bene e altre male, ma pensiamo sempre tutti dalla stessa parte e continueremo a farlo fino alla fine della stagione".

"Szczesny aspetta esito ultimo tampone, in caso è pronto Pinsoglio"

leggi anche

Buffon e Chiellini, l'addio alla Juve è possibile

Infine, Pirlo ha concluso parlando dei singoli. Da Cristiano Ronaldo a Szczesny, per il quale si attende ancora l'esito dell'ultimo tampone: "Cristiano sta bene. Era arrabbiato dopo il gol non dato ingiustamente in Serbia-Portogallo, ma per il resto è tranquillo e sereno. Per Szczesny vedremo l'esito dell'ultimo tampone, in caso di assenza è pronto Pinsoglio. Futuro di Buffon e Chiellini? Per ora pensiamo solo a questa stagione, nella quale loro sono come sempre due giocatori importantissimi della rosa. Mi baso su quello che vedo nel presente".