Shevchenko: "Un giorno sogno di allenare il Milan. Donnarumma? Poteva restare"

MILAN
©Ansa

Il Ct dell'Ucraina sul suo futuro: "Ora sono concentrato sull'Europeo ma in futuro vorrei allenare in un club, mi piacerebbe fosse proprio il Milan. Hanno fatto una grande stagione e ora devono prepararsi per la Champions. Donnarumma poteva restare, Ibra è un leader straordinario"

Andriy Shevchenko si prepara ad affrontare gli Europei con l'Ucraina, dopo aver conquistato la qualificazione con ottimi risultati. Nel futuro dell'ex attaccante però potrebbe esserci un club e il pensiero va subito al suo Milan. Lo stesso Sheva, nel commentare la stagione dei rossoneri, svela il suo sogno nel cassetto: "Il Milan è stato protagonista di un grande finale di stagione, battendo la Juve, il Torino e l'Atalanta, la squadra più in forma del campionato – le sue parole a Radio Anch'io lo Sport su Radio Rai - Ha raggiunto tutti gli obiettivi e adesso deve prepararsi per disputare una grande Champions. Allenare i rossoneri in futuro? Adesso sono molto impegnato in questo progetto con l'Ucraina, che porto avanti assieme all'amico Mauro Tassotti. Abbiamo fatto un buon lavoro e puntiamo a ottenere un risultato importante all'Europeo. Mi piacerebbe un giorno allenare una squadra di club e mi piacerebbe fosse proprio il Milan".  

"Donnarumma poteva restare, Ibra un leader"

approfondimento

Barça in pole per Donnarumma, ma c'è anche il Psg

Sull'addio di Donnarumma, aggiunge: "Tutti siamo liberi di fare le nostre scelte, è un ragazzo giovane, è all'inizio della carriera e, secondo me, poteva restare per raggiungere dei risultati, in futuro poi magari cambiare". Su Ibra: "È diventato un ottimo uomo-spogliatoio, è stato determinante in campionato, quando ha giocato. È un giocatore che sicuramente fa crescere i giovani, in campo ha qualità e atteggiamenti giusti. È diventato leader della squadra". Infine, un passaggio anche sull'Inter e sul cambio in panchina: "Conte sa cosa vuole e, quando ha lasciato l'Inter, lo ha fatto perchè forse sta cercando qualcosa. Ha fatto un grande campionato, lo ha stravinto, ha giocato un calcio che ha costruito giorno dopo giorno, adesso è libero di fare le proprie scelte".