Roma, cinque gol al Debrecen in amichevole: doppietta di Dzeko e perla di Zaniolo

roma

I giallorossi battono a Frosinone 5-2 gli ungheresi neopromossi in prima divisione. La squadra di Mourinho va sotto, poi chiude il primo tempo avanti 2-1 grazie a Pellegrini e Mayoral. Nella ripresa entrano in campo Dzeko e Zaniolo e si prendono la scena. Ora la partenza per il Portogallo, dove la squadra proseguirà la preparazione estiva

ROMA - DEBRECEN 5-2

3' Barany (D), 27' Mayoral (R), 31' Pellegrini (R), 52' Zaniolo (R), 53' Ugrai (D), 65' e 80' Dzeko (R)

 

ROMA PRIMO TEMPO (4-2-3-1): Rui Patricio; Reynolds, Ibanez, Kumbulla, Tripi; Bove, Darboe; Perez, Pellegrini, Zalewski; Mayoral. All: Mourinho.

 

ROMA SECONDO TEMPO (4-2-3-1): Fuzato; Karsdorp, Mancini, Smalling, Tripi (82' Ciervo); Diawara, Villar; Zaniolo, Mkhitaryan, El Shaarawy; Dzeko. All. Mourinho.

 

DEBRECEN (4-2-3-1): Kosicky; Bevardi, Barath, Deslandes, Ferenczi; Dzsudzsak, Varga; Szecsi, Bodi, Sos; Barany. A disp: Grof, Nikolic, Ugrai, Benyei, Pinter, Poor, Kusnyir, Tischler, Korhut, Dos Santos. All: Huszti.

Quarto impegno precampionato della Roma che, dopo aver battuto Montecatini, Ternana e Triestina, ha avuto la meglio anche sui 7 volte campioni di Ungheria del Debrecen. Allo Stadio Benito Stirpe di Frosinone (aperto al 25% della sua capacità) l'amichevole è terminata 5-2 a favore dei giallorossi, con José Mourinho che ha continuato a provare il 4-2-3-1. Esordio tra i pali per Rui Patricio, che ha condotto la difesa composta da Reynolds, Ibanez, Kumbulla e il 2002 Tripi, schierato a sinistra in attesa dell'arrivo nella Capitale di Viña e l'unico in campo per quasi tutta la gara. A centrocampo spazio alla linea verde con Bove e Darboe, mentre Perez, Pellegrini e Zalewski hanno dato supporto all'unica punta Mayoral. Nella ripresa diverse le variazioni dell'allenatore portoghese che cambia la squadra per dieci undicesimi rispetto a quella iniziale, dando minutaggio anche a Zaniolo, diventato papà in settimana, e a Dzeko.

La cronaca della partita

approfondimento

Gioielli in vetrina: i giovani in gol con le big

Inizia male l'ultima amichevole italiana della Roma, in cui Mourinho cercava risposte dal punto di vista tattico e della personalità per dar seguito alle buone indicazioni avute nei primi tre test stagionali. Dopo soli tre minuti i giallorossi vanno sotto: cross dalla sinistra di Sos per Barany, dimenticato in area di rigore, e primo gol del pre-campionato subito. Incolpevole Rui Patricio, l'uomo più atteso del pomeriggio. La Roma reagisce e la ribalta già nel primo tempo. Dopo due occasioni per Carles Perez, è Borja Mayoral a trovare l'1-1. Lo spagnolo, al 27’, scatta sul filo del fuorigioco su un gran lancio di Ibanez e batte Kosicky dopo un bell'aggancio. Passano quattro minuti e Pellegrini, premiato da un'imbucata del giovane Zalewski, firma il sorpasso. Nel secondo tempo entra Zaniolo e si prende subito la scena: strappo letale sulla destra e magnifico tocco sotto per il pallonetto che vale il 3-1. Neanche il tempo di festeggiare che un errore di Fuzato rimette subito in partita il Debrecen. È Ugrai ad approfittare della corta respinta del portiere brasiliano. La squadra di Mourinho però si ricompone e, come nel primo tempo, trova un altro gol grazie a un attacco alla profondità. Stavolta è Dzeko a sorprendere la difesa avversaria alle spalle e segnare il 4-2 una volta scartato il portiere. Non sarà l'ultimo gol di giornata visto che il bosniaco, da grande attaccante, trova anche doppietta e 5-2 con un destro sul palo lontano. Ora la partenza per l'Algarve e l'inizio della tournée portoghese che precederà il debutto in Conference League del 19 agosto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche