Empoli-Atalanta, Gaseprini: "Con un Ilicic così siamo più forti, ma che rigoraccio..."

Serie A

L'allenatore dell'Atalanta ha commentato col sorriso la vittoria sull'Empoli per 4-1: "Questo è un campo sempre ostico per noi, sono soddisfatto". Poi riempie di elogi Ilicic: "Bello rivederlo così, ma che rigoraccio ha tirato?", ha detto scherzando. Zapata: "Quando parto dalla panchina voglio farmi trovare sempre pronto". È il primo colombiano di sempre a toccare quota 100" in Serie A

L'Atalanta torna subito alla vittoria dopo la sconfitta interna contro il Milan prima della sosta. Tre punti arrivati con decisione, che fanno tornare il sorriso a Gian Piero Gasperini, che ha commentato così la partita: "Sono soddisfatto. L'Empoli è una squadra propositiva e questo è un campo che è sempre stato ostico per noi. Abbiamo fatto bene anche se in certi momenti ci siamo complicati un po' le cose, ma abbiamo creato molto e portato a casa tre punti importanti". L'allenatore dell'Atalanta poi ha parlato anche della sua scelta in attacco, dove ha fatto partire dal 1' Luis Muriel, tenendo Zapata in panchina: "Noi dobbiamo pensare anche alla Champions. Zapata è tornato da noi l’altro giorno: l’abbiamo lasciato in grande condizione e l’abbiamo ritrovato un po’ peggio, ma è stato importante per lui ritrovare il gol. Muriel veniva da un lungo infortunio, ha fatto bene il primo tempo". Poi Gasp ha elogiato un ritrovato Ilicic: "Con lui in queste condizioni siamo più forti, non solo a realizzare a tutto il gioco d'attacco e per gli inserimenti degli altri giocatori. Il rigore? Era giusto che lo tirasse lui, anche se l'ha tirato veramente male. Proprio un rigoraccio, ma dobbiamo essere felici, perché una partita con questa continuità non l'aveva giocata da tanto tempo".

La sfida al Manchester United: "Quelli vanno forte, dobbiamo stare attenti alla nostra identità"

leggi anche

Il Chelsea vince e resta 1°, United ko a Leicester

Gasperini poi ha parlato anche della sfida di mercoledì all'Old Trafford contro il Manchester United, valevole per la terza giornata della fase a gironi della Champions League. L'allenatore della Dea ha fatto il punto sulla sua squadra: "Noi abbiamo giocatori forti che giocano con continuità, come Toloi, Djimsiti, Gosens, Hateboer e Pessina. Sono cinque titolarissimi e giocano tanto. Abbiamo un buono spirito. Poi, De Roon si è adattato e stiamo cercando di inserire nuovi giocatori: oggi ha giocato uno spezzone anche Lovato. Per Manchester ci devo pensare. Loro vanno forte ma noi dobbiamo stare attenti alla nostra identità. Dobbiamo far inserire i nuovi, come Demiral, Zappacosta e Kopmeiners che sono appena arrivati. Ci vorranno delle settimane prima di recuperare dei giocatori: sono infortuni lunghi, lo sappiamo. Ma mercoledì faremo la nostra parte". 

Zapata: "Sono contento della carriera che sto facendo"

leggi anche

Poker all'Empoli, l'Atalanta torna alla vittoria

Per un colombiano che è uscito, ce n'è stato un altro che è entrato e si è reso subito decisivo con un gol. Stiamo parlando di Duvan Zapata, che a fine gara ha commentato così la sua prestazione: "Quando mi tocca stare in panchina mi faccio trovare sempre pronto per dare una mano alla squadra. Oggi potevamo fare anche meglio, ma resta una grande partita. Questi tre punti sono importanti per il nostro percorso". E a proposito di colombiani, Duvan è il primo della sua nazionalità a toccare quota 100 in Serie A: "Non me lo sarei mai immaginato quando sono arrivato qui: sono contento per la carriera che sto facendo". 

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche