Lippi: "Lotta a tre per lo scudetto, c'è anche l'Inter. Juve, priorità alla Champions"

L'INTERVISTA

L'ex Ct campione del mondo sul campionato di Serie A: "Fantastico inizio di Milan e Napoli, ma per lo scudetto c'è anche l'Inter. La Juve potrebbe aver deciso di dare priorità alla Champions, firmerebbero per vincerla arrivando settimi in Serie A". Sulla Nazionale, aggiunge: "Peccato per il pareggio con la Svizzera, ma si qualificherà comunque. Jorginho? Gli darei il Pallone d'Oro nonostante il rigore sbagliato, ha vinto tutto"

Il campionato di Serie A è fermo per la sosta per le nazionali, l'occasione giusta per fare un primo bilancio dopo 12 giornate. Marcello Lippi ha parlato di una lotta a tre per lo scudetto: "Milan e Napoli hanno fatto un inizio di campionato fantastico, ma devono tener presente anche l'Inter. La Juventus non lo so, potrebbero aver fatto delle valutazioni che li portano a puntare principalmente sulla Champions League. Se così fosse credo che ci metterebbero la firma per vincerla e arrivare anche settimi in campionato", le sue parole a margine dell'inaugurazione del Marco Polo Sports Center a Viareggio. Lippi spende belle parole per due allenatori, in primis Stefano Pioli: "Mi ha colpito per il suo lavoro, da tre anni è ai vertici del campionato e ha fatto una partenza eccezionale, pratica un bel calcio ma sta pagando la mancanza d'abitudine al calcio internazionale, visto che ha trovato qualche difficoltà in Champions League. In campo nazionale, invece, sta facendo benissimo, mi ricorda Ancelotti e credo di fargli un bel complimento. Spalletti? È stato in vacanza pagata per un paio d'anni. L'ho trovato più calmo, riflessivo, disponibile al dialogo, poi ha capacità e competenza. Sta dimostrando di non aver dimenticato come si fa questo lavoro".

"L'Italia si qualifica. Jorginho? Merita comunque il Pallone d'Oro"

approfondimento

Chi sono i nostri avversari dell'Irlanda del Nord?

Nel 2006 guidò l'Italia alla vittoria del Mondiale, ora Lippi è sicuro di vedere gli azzurri in Qatar: "Il pareggio con la Svizzera è un risultato che ci può stare – prosegue – Certo, c'è stata l'occasione del rigore sbagliato, ma le possibilità di andare al Mondiale ci sono sempre. La squadra è forte, quindi, seppur con un pizzico di sofferenza in più, la qualificazione arriverà ugualmente. Il rigore di Jorginho? Da allenatore ho deciso tre volte a chi far tirare, due volte è andata bene e una male. Ma gli darei il Pallone d'Oro anche se ha sbagliato questo rigore, ha vinto tutte le competizioni disputate mentre tanti altri campioni non hanno vinto niente". Problemi in attacco per la Nazionale? Lippi non è d'accordo: "Non credo ci siano. La squadra è a un passo dalla qualificazione ai Mondiali in Qatar ed è reduce dalla vittoria dell'Europeo. Nell'arco di una stagione non si può avere tutti i giocatori al top della forma. Il campionato, comunque, potrebbe anche proporre un altro attaccante che risolve i problemi", conclude.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche