Genoa, ufficiale l'esonero di Shevchenko: squadra a Konko, obiettivo Labbadia

genoa
©Getty

Andriy Shevchenko non è più l'allenatore del Genoa: il club rossoblù ha deciso di interrompere il rapporto con l'ex attaccante del Milan, arrivato in Serie A a inizio novembre. A Firenze, lunedì sera, in panchina ci sarà Abdoulay Konko, assistito da Roberto Murgita. L'obiettivo resta però quello di convincere Bruno Labbadia

FIORENTINA-GENOA LIVE

Il Genoa ha esonerato Andriy Shevchenko. La posizione dell'allenatore ucraino era fortemente in bilico dopo la sconfitta nel derby di campionato contro lo Spezia e il ko in Coppa Italia contro il Milan non ha aiutato la dirigenza a cambiare idea. Arrivato al Genoa il 7 novembre per prendere il posto di Davide Ballardini e legato al club da un contratto fino al 30 giugno 2024, Shevchenko ha conquistato in 10 partite sulla panchina rossoblù 3 punti, senza mai conquistare in campionato la vittoria che al Genoa manca dallo scorso 12 settembre (unico successo della sua gestione, l'1-0 di Coppa contro la Salernitana). Numeri che hanno messo in discussione la posizione dell'allenatore ucraino fino alla scelta della società.

A Firenze Konko-Murgita, poi Labbadia

approfondimento

Calafiori al Genoa, arriva in prestito dalla Roma

Il rapporto tra Shevchenko e il Genoa si è rotto nelle ore che hanno preceduto l'esonero: l'allenatore aveva chiesto l'arrivo immediato di Aleksej Miranchuk dall'Atalanta e Nadiem Amiri, talentuoso centrocampista di 25 anni del Bayer Leverkusen. Trattative che la società ha però bloccato, spiegando che sarebbe servito più tempo per averli. Il Genoa non richiamerà Davide Ballardini e Rolando Maran, altri due allenatori sotto contratto con il club, ma lavora all'arrivo di Bruno Labbadia. 56 anni, tedesco ma di origini italiane (i genitori, emigrati negli anni 50’, sono di Lenola, comune in provincia di Latina) che nella sua carriera ha allenato tante squadre di prestigio: tra queste anche Bayer Leverkusen, Amburgo, Stoccarda, Wolfsburg e Hertha Berlino, club che lo ha esonerato il 24 gennaio del 2021. Da calciatore, ruolo attaccante, ha vinto due campionati con Kaiserslautern e Bayern Monaco. Intanto, lunedì sera a Firenze dovrebbe andare in panchina Abdoulay Konko, assistito da Roberto Murgita. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche