Dimitrios Keramitsis, chi è il difensore della Roma che ha esordito contro il Cagliari

L'ESORDIENTE

Negli scampoli finali della partita vinta contro il Cagliari José Mourinho ha lanciato un altro giovane promettente, il greco Dimitrios Keramitsis. Nemmeno maggiorenne, il difensore classe 2004 è arrivato in Italia grazie all'Empoli e in questa stagione si è imposto con la Primavera della Roma. Ora sogna l'inizio di una carriera giallorossa sulle orme di Dellas e Manolas

ROMA-LECCE LIVE

CALCIOMERCATO LIVE, NEWS E TRATTATIVE

Soltanto pochissimo tempo a disposizione, poco più di una manciata di secondi, ma abbastanza per dare il via al sogno di una vita. Quella del 16 gennaio 2022 sarà per sempre una data indimenticabile per Dimitrios Keramitsis. Merito di un lungo lavoro fatto di serietà e applicazione, vero, ma anche della fiducia di José Mourinho, che negli scampoli finali di Roma-Cagliari, al 94' e con il risultato fermo sull'1-0, ha sfogliato le carte in panchina e ha deciso di mandare in campo al posto di Maitland-Niles il difensore con la maglia numero 75. Sì, un ragazzino nemmeno maggiorenne, che nelle ultime settimane di lavoro a Trigoria ha però dimostrato di poter dire la sua anche tra i grandi.

Dalla Grecia all'Olimpico, la parabola di Keramitsis

HIGHLIGHTS

La Roma scopre Sergio Oliveira: 1-0 al Cagliari

Classe 2004, diciotto anni da compiere il prossimo luglio, in pochissimo tempo Keramitsis è stato in grado di scalare le gerarchie in tutte le formazioni nelle quali ha giocato. A partire da quelle di Salonicco, la sua città natale, nella quale è cresciuto con l'Apollon Pontou prima di passare alle due big, il Paok e l'Aris. Dopo altre esperienze in patria la svolta è arrivata nell'estate 2020, quando ad osservarlo in una delle sue uscite si sono presentati gli scout dell'Empoli. Pochi dubbi e biglietto di sola andata per l'Italia, direzione Toscana: 8 presenze (e un gol) con l'Under 17, prima della convocazione sotto età in Primavera per la fase finale del Campionato di categoria, terminata con un trionfo. Da campione d'Italia sono stati parecchi gli occhi addosso, ma a superare la concorrenza di tutti è stata la Roma, che ha immediatamente deciso di portare in giallorosso Dimitrios. Anche a Trigoria la parabola è stata simile a quella precedente: dopo un primo periodo con l'Under 18 guidata da Giuseppe Scurto, è ben presto arrivata la promozione in Primavera, formazione con la quale Keramitsis si è subito imposto come un punto fermo. Agli ordini di Alberto De Rossi il greco - destro naturale che gioca indipendentemente anche con il sinistro - ha collezionato 9 presenze, mettendo in mostra tutto il suo potenziale: non solo un tempismo ottimale in anticipo e una grandissima prestanza fisica (oltre 1,90m di altezza), ma anche una ottima capacità di impostazione e un'attitudine da marcatore che lo rendono perfetto da centrale sia in una difesa a 3 che in una linea formata da 4 giocatori. 

L'emozione di Keramitsis: "Sogno divenuto realtà"

ROMA

Si ferma Pellegrini: fastidio al quadricipite

Idee chiare e testa sulle spalle per Keramitsis, che in mente ha un solo obiettivo, arrivare il più in alto possibile. Lo si capisce anche dal suo profilo Instagram, nel quale c'è spazio soltanto per il calcio. E proprio sul social è arrivata la prima reazione dopo l'esordio: "Un sogno è diventato realtà - ha scritto il ragazzo postando la foto del suo ingresso in campo in Roma-Cagliari -, sono felice per l'esordio e soprattutto per la vittoria della squadra. Ora lavorerò ancora di più per ripagare la fiducia del mister". Poi spazio ai ringraziamenti: "Fino al momento di entrare ero emozionato - ha aggiunto il difensore ai canali ufficiali del club -, poi sono rimasto concentrato solo su come aiutare i miei compagni a vincere questa partita fondamentale. Cosa mi ha detto Mourinho? Mi ha dato indicazioni tattiche, perché era un momento decisivo della partita e tutti dovevamo fare ogni cosa per vincere. Voglio dedicare questo esordio alla mia famiglia, a mio padre, a mia madre e a mio fratello. Ma anche a tutti gli allenatori che in questi anni mi hanno aiutato ad arrivare a questo livello, infine allo staff e ai miei compagni che mi aiutano ogni giorno". Riconoscenza e maturità per un diciassettenne che sogna una carriera a tinte giallorosse. E dopo Traianos Dellas e Kostas Manolas, adesso è il momento di un nuovo giovane greco: la storia di Dimitrios Keramitsis con la Roma è iniziata.