Serie A, 38^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

Tutto pronto per gli ultimi 90 minuti di campionato, l'analisi delle dieci gare della 38^ giornata di campionato: curiosità, statistiche, precedenti e stato di forma

SALERNITANA-UDINESE E VENEZIA-CAGLIARI LIVE

Torino-Roma, venerdì 20 maggio, ore 20.45

Nessun pareggio nelle ultime 12 sfide tra Torino e Roma in Serie A: nove successi dei giallorossi e tre vittorie granata; l’ultimo segno "X" tra le due formazioni risale al 5 dicembre 2015. Il Torino ha subito 38 gol in questo campionato: in 17 stagioni precedenti di Serie A, nell’era dei tre punti a vittoria, solo nel 2018/19 ha incassato meno reti (37 in quel caso). La Roma non ha vinto nessuna delle ultime cinque partite di campionato.

 

Genoa-Bologna, sabato 21 maggio, ore 17.15

Il Genoa, già aritmeticamente retrocesso in Serie B, è rimasto imbattuto nelle ultime sette sfide di campionato contro il Bologna. Nel 2022 soltanto Venezia (nove) e Empoli (11) hanno guadagnato meno punti del Bologna (16) in Serie A. Nell’anno solare solo proprio il Genoa (otto) ha segnato meno gol del Bologna (16) in Serie A.

 

Atalanta-Empoli, sabato 21 maggio, ore 20.45 (in diretta su Sky)

L’Atalanta è rimasta imbattuta in 10 delle ultime 11 sfide contro l’Empoli in Serie A (6V, 4N) e ha mantenuto sei volte la porta inviolata nel periodo. Solo la Sampdoria (nove) ha mandato in gol più giocatori italiani dell’Empoli in questo campionato (otto). L’Atalanta ha guadagnato 59 punti finora nella Serie A 2021/22, nelle cinque precedenti stagioni con Gian Piero Gasperini alla guida il campionato nel quale la Dea ha guadagnato meno punti è stato il 2017/18 (60). Con Gasperini allenatore l’Atalanta ha sempre fin qui ottenuto la qualificazione a una coppa europea a fine campionato.

 

Fiorentina-Juventus, sabato 21 maggio, ore 20.45 (in diretta su Sky)

Juventus e Fiorentina hanno pareggiato 52 delle 165 sfide di Serie A, 79 invece i successi dei bianconeri,  34 quelli dei toscani. La Fiorentina ha vinto solo due delle ultime 16 sfide di Serie A contro la Juventus: il 22 dicembre 2020 e il 15 gennaio 2017. La Fiorentina ha guadagnato 38 punti al Franchi in questo campionato, in caso di successo in questa sfida i viola salirebbero a quota 41 punti, dietro solo all’Inter in gare interne nel torneo in corso (42 in 18 partite). I viola potrebbero inoltre superare i 40 punti in casa in una singola stagione di Serie A per la prima volta dal 2012/13 (43 in quel caso).

 

Lazio-Verona, sabato 21 maggio, ore 20.45

Dopo il successo per 4-1 nella gara d’andata, il Verona potrebbe vincere entrambe le sfide stagionali contro la Lazio in Serie A per la seconda volta nella sua storia, dopo il 1984/85. La Lazio è rimasta imbattuta in 12 delle ultime 13 partite casalinghe contro il Verona in Serie A (9V, 3N), la sconfitta è tuttavia arrivata nella sfida più recente all’Olimpico (1-2 il 12 dicembre 2020). Grazie al pareggio in extremis di Milinkovic-Savic contro la Juventus, la Lazio si è assicurata un posto in Europa League nella prossima stagione, con i biancocelesti che disputeranno una competizione europea per la sesta stagione di fila (dal 2017/18). Il Verona ha guadagnato 52 punti in questo campionato: il suo record in Serie A in una singola stagione nell’era dei tre punti a vittoria è di 54, ottenuti nel 2013/14 con Andrea Mandorlini alla guida.

Spezia-Napoli, domenica 22 maggio, ore 12.30

approfondimento

Mancano 4 verdetti in A: tutte le combinazioni

Dopo il successo per 3-2 sull'Udinese nell'ultimo turno, lo Spezia potrebbe ottenere due vittorie di fila per la seconda volta in questo campionato. Lo Spezia arriva da tre sconfitte interne consecutive in Serie A e nella competizione non ne ha mai registrate quattro di fila. Il Napoli ha trovato il gol in 17 delle 18 trasferte finora giocate in questo campionato: dovessero segnare in questo match, gli azzurri chiuderebbero per la prima volta nella loro storia in Serie A un’intera stagione con una sola partita fuori casa senza aver trovato il gol (0-0 contro la Roma il 24 ottobre 2021).

 

Inter-Sampdoria, domenica 22 maggio, ore 18

Vincere contro la Sampdoria e sperare in una sconfitta del Milan per conquistare il tricolore: è questo quello che spera l’Inter, che ha vinto gli ultimi quattro match disputati nel girone di ritorno contro la Sampdoria. In tutte le ultime sei sfide di Serie A tra Inter e Sampdoria sono stati realizzati almeno tre gol (23 in totale) ed entrambe le squadre sono sempre andate a segno: in questo parziale quattro vittorie nerazzurre, un pareggio, un successo blucerchiato. In cinque delle sei precedenti occasioni in cui l’Inter ha superato gli 80 punti (attualmente 81) in un torneo di Serie A nell’era dei tre punti a vittoria, ha vinto lo scudetto (fa eccezione soltanto la stagione 2019/20, quando chiuse seconda alle spalle della Juventus pur collezionando 82 punti). L’Inter è la formazione che ha segnato più gol con attacchi verticali in questo campionato (10 reti), mentre solo il Genoa (uno) ha segnato meno della Sampdoria (due) in questo modo nella Serie A in corso.

 

Sassuolo-Milan, domenica 22 maggio, ore 18

Alla squadra allenata da Pioli basta solo un punto per conquistare il tricolore. Sono 17 i precedenti in Serie A tra Sassuolo e Milan: il bilancio recita nove vittorie rossonere, due pareggi e ben sei successi neroverdi. Il Sassuolo, che ha vinto nelle ultime due sfide con il Milan, non ha mai ottenuto nella sua storia in Serie A tre successi consecutivi contro i rossoberu; solo in un’occasione ha battuto i rossoneri in entrambe le gare dello stesso campionato (nella stagione 2014/15, quando l’allenatore degli emiliani era Di Francesco e quello dei rossoneri era Filippo Inzaghi). Il Milan ha vinto in tutte le ultime cinque trasferte in casa del Sassuolo in Serie A, dopo aver perso in ognuna delle prime tre giocate fuori casa con i neroverdi; in sei delle otto partite al Mapei Stadium, il Milan ha segnato almeno due reti (incluse tutte le ultime quattro). Il Sassuolo ha subito almeno un gol in tutte le ultime 15 gare interne di Serie A (26 gol in totale): è già la striscia negativa record in casa per i neroverdi nel massimo campionato.

 

Salernitana-Udinese, domenica 22 maggio, ore 21

Salernitana e Udinese non hanno mai pareggiato in Serie A; dopo due successi dei bianconeri nel 1998/99, i campani hanno vinto 1-0 la sfida di andata di questo campionato, giocata solamente un mese fa (gol di Simone Verdi nei minuti di recupero lo scorso 20 aprile). Grazie a quattro vittorie e tre pareggi la Salernitana è rimasta imbattuta nelle ultime sette partite di Serie A: l’ultima squadra neopromossa a fare meglio in Serie A è stata il Verona nel 2020, quando arrivò a quota nove. La Salernitana ha ottenuto sette punti nelle ultime tre partite casalinghe di campionato, tanti quanti quelli conquistati nelle precedenti 12 partite.

 

Venezia-Cagliari, domenica 22 maggio, ore 21 (in diretta su Sky)

Per salvarsi il Cagliari deve necessariamente vincere e sperare in un mancato successo della Salernitana; contro i campani in questo campionato la squadra sarda ha ottenuto due punti, ma sarebbe sopra per una migliore differenza reti. Il Cagliari ha perso 22 punti da situazione di vantaggio in questo campionato (tra cui due nel match d’andata contro il Venezia per la rete di Busio nel recupero): da quando la squadra sarda è tornata in Serie A (16/17) non ne avevano mai persi così tanti (al massimo 21 nel 2019/20). Dopo aver perso 0-4 la prima partita contro il Cagliari in Serie A, nel 1966, il Venezia – già aritmeticamente retrocesso – è rimasto imbattuto nelle successive sei sfide con i sardi (3V, 3N) subendo solamente tre gol nel parziale.