Monza-Torino, Juric: "Squadra incompleta, 40 giorni di ritiro buttati. Aspetto innesti"

Serie A
©LaPresse

L'allenatore granata è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro i biancorossi: "Sarà una gara difficile, non so come riusciremo a rispondere. Sono contento della reazione di Vagnati dopo la discussione, a volte mi sembrava di trovare un muro di gomma. Mi aspetto nuovi arrivi sia a centrocampo che in difesa"

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Manca sempre meno all'esordio in campionato del Torino, che sabato sera affronterà alle 20:45 il Monza di Stroppa. Alla vigilia del match Ivan Juric è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita: "Sarà una gara molto difficile: i biancorossi palleggiano bene e hanno il loro gioco. Sarà davvero impegnativa, non so come riusciremo a rispondere". Juric, poi, parla degli ultimi mesi: "Abbiamo svolto un brutto ritiro con pochi giocatori a disposizione, non era facile lavorare. Credo che la squadra sia incompleta a livello numerico. Sono contento per i nuovi arrivi ma l'andatto è quello dell'anno scorso: prendiamo giocatori sulla carta ottimi che hanno fatto fatica negli ultimi anni e speriamo che ci diano un buon contributo. Il mercato è ancora lungo, ma i giocatori non sono figurine che arrivano e li metti subito. Abbiamo buttato 40 giorni allenandoci senza calciatori. È andato via Bremer, il miglior difensore della Serie A, e non è arrivato nessuno. Mi aspetto innesti sia a centrocampo, sia dietro".

"Vagnati? Contento che abbia reagito"

leggi anche

Gli squalificati nella 1^ giornata di Serie A

Juric poi parla del rapporto con Vagnati dopo la discussione avuta qualche giorno fa: "Sono contento della sua reazione, finalmente ho visto uno che vuole reagire. Spero che questa grinta la metta anche in situazioni in cui serve alla squadra. A volte ho avuto la sensazione di trovare un muro di gomma e sono contento che abbia reagito". L'allenatore granata poi parla dell'addio di Belotti: "Andrea è una grande persona e ha ancora tanto da dare come giocatore. Ha dato al Toro per tanti anni ma aveva bisogno di prendere un'altra strada, è una scelta rispettabile".