Lazio, Immobile: "Infortunio? Sto bene, ma è un po' pericoloso"

Serie A
©LaPresse

L'attaccante biancoceleste, ai microfoni di Sky durante l'inaugurazione del nuovo Adidas Store di Roma di cui è uno dei testimonial: "Sto bene ma è un po' pericoloso, si sa i dottori come sono. La situazione è un po' al limite, come quando ho lasciato il ritiro della Nazionale"

Ciro Immobile parla del suo infortunio. L'attaccante della Lazio ai microfoni di Sky durante l'inaugurazione del nuovo Adidas Store di Roma di cui è uno dei testimonial ha parlato delle sue condizioni fisiche: "Sto bene - ha esordito il numero 17 biancoceleste. È un po' pericoloso, si sa come sono i dottori. La situazione è un po' al limite, come quando ho lasciato il ritiro della Nazionale".

"Nazionale? Montato un caso inutile, io avrei voluto giocare"

leggi anche

I più preziosi in Serie A: Savic giù dal podio

Immobile successivamente parla della sua partenza dal ritiro della Nazionale: "È stato creato un caso inutile, è uscita la mia foto in partenza quando in realtà stavo spettando che Mancini scendesse dall'aereo che era andato a votare. Stavo per partire nonostante non potessi giocare, poi siamo stati d'accordo sul fatto che fosse inutile fare un viaggio a vuoto, meglio tornare a casa e fare le visite. Io avrei voluto giocare, ma quando ti capita un infortunio è così. Non era una cosa grave, ma comunque rischiosa. Devo essere sincero, siamo stati tutti sulla stessa lunghezza d'onda e sono tornato a Roma per fare le terapie". L'attaccante spende un pensiero anche sulla Partita della Pace: "Siamo contenti, il calcio ha una grande responsabilità. Il Papa ci ha dato la missione di mandare questo messaggio importante e noi lo faremo a voce alta. In più sarà motivo per ricordare e ringraziare ancora una volta Maradona, per ciò che ha fatto in campo e fuori"

Lotito: "Maradona mi chiese di allenarsi a Formello, era un trascinatore"

All'evento di presentazione era presente anche Claudio Lotito, che ha raccontato un aneddoto su Maradona: "Sono legato alla Partita della Pace per un fatto personale, ovvero quando Diego mi chiese di allenarsi a Formello per poi rimanere colpito dall'accoglienza e dall'affetto. Era un trascinatore oltre ad essere un grande campione. Era molto sensibile ai valori umani e per lui la Lazio li incarnava". Il presidente biancoceleste parla anche della partita: "Ho accolto con favore questa partita. L'appello del Papa deve essere recepito da tutte le persone che vivono all'insegna dei valori dello sport".